Tempo di lettura: 3 minuti

Benevento – “Pasquale Iacovella deve diventare il nuovo Presidente dell’Ato rifiuti” . Questa l’indicazione data da Federico Paolucci, portavoce provinciale di Fratelli d’Italia, nel corso di un incontro con la stampa avvenuto stamane nella Sala consiliare della Rocca dei Rettori, condotto insieme al parlamentare Edmondo Cirielli.

“Iacovella, sindaco di Casalduni, è la persona più indicata per affrontare il tema dell’emergenza rifiuti dopo il casino accaduto lo scorso 23 agosto allo Stir di Casalduni” – ha detto Paolucci.

Il portavoce, prima di lasciare la parola a Cirielli, ha anche affrontato il tema della offerta dei servizi sanitari nella Provincia di Benevento ed ha espresso la sua certezza circa il fatto che l’Ospedale “Rummo” di Benevento non sarà mai un DEA di 2° livello ed anzi da qui a tre anni sarà declassato rispetto al nosocomio di Avellino che ha numeri maggiori. Inoltre, secondo Paolucci, il prossimo 15 settembre, presso il presidio ospedaliero “Sant’Alfonso Maria de’ Liguori” di Sant’Agata de’ Goti, chiuderà per sempre i propri battenti il Pronto Soccorso.   

Cirielli, dal canto suo, ha lanciato un anatema nei confronti del Governatore della Regione Vincenzo De Luca per aver , a suo dire, collezionato una serie di fallimenti. Cirielli si è intrattenuto in particolare sulle questioni della sanità chiedendo esplicitamente al Ministro Grillo del Movimento 5Stelle, di revocare immediatamente dalla responsabilità di Commissario ad acta in Campania lo stesso Governatore De Luca per la sua incapacità operativa. D’altra parte, ha continuato Cirelli, l’assessore regionale alla Sanità è un inquisito per corruzione e dunque non può restare al suo posto.

Presso la sala Consiliare della Rocca dei Rettori Paolucci e Cirielli, con la classe dirigente di Fratelli d’Italia nel Sannio, hanno affrontato la questione rifiuti e sull’emergenza che si è creata a Casalduni;  “Noi abbiamo evitato passerelle e populismo, sapevano tutti che se non si fosse costituito l’Ato la gestione sarebbe passata a Napoli con tutti i disservizi che si sarebbero creati”.

Tornando poi sulla sanità ha attaccato il Partito Democratico: “E’ stato fuorviante e poi imbarazzante. Non può prima difendere il presidente della Regione Campania per poi convocare una conferenza stampa per attaccare il Governatore. Il Pd  ha accorpato e chiuso gli ospedali. I livelli di assistenza sono precipitati e la sanità è al collasso”.

Sul Rummo e sul trasferimento di numerosi professionisti, Cirielli ha concluso: “Qui c’è un clima di sfiducia. Il vero problema è che De Luca ha affidato questo delicato settore ad un indagato per concussione”.