Tempo di lettura: 2 minuti

Brunico – Il gol del pareggio di Bonatini, arrivato a pochi istanti dal termine, ha lasciato un po’ di amaro in bocca. Marco Baroni contro l’Al Hilal voleva vincere, come sempre, ma ha dovuto rassegnarsi al gol-beffa: “C’eravamo quasi, il tempo era scaduto e quando sei in vantaggio brucia sempre incassare il gol del pareggio all’ultimo – ha dichiarato il tecnico al Corriere dello Sport – ma va bene così, anche se vorrei vincere sempre”. Questione di mentalità, ma del resto quello contro i campioni arabi è stato un test probante: “Non erano certo gli ultimi arrivati, avevano ottimi palleggiatori in mezzo al campo e attaccanti molto fisici. Nonostante questo in difesa abbiamo tenuto il campo molto bene andando in sofferenza pochissime volte”. Buone indicazioni anche dal punto di vista fisico: “Ero curioso di valutare fino a che punto la preparazione avesse inciso sulle gambe dei miei giocatori. Alcuni di loro sono comprensibilmente appesantiti, ma fa parte del periodo. E in linea di massima tutto è andato molto bene, anche in attacco, dove le intese mi lasciano soddisfatto. Coda e Ceravolo? Con più rifornimenti forse avrebbero potuto incidere maggiormente, ma non posso certo lamentami. Anzi, faccio i complimenti ai miei ragazzi per come hanno giocato”.