Tempo di lettura: 3 minuti

Benevento – Parola agli esperti. Tre allenatori promossi in serie A nelle scorse stagioni sono stati chiamati in causa dalla Gazzetta dello Sport per tracciare un bilancio sulla prima parte di calciomercato in merito alle trattative condotte dalle big del campionato cadetto. Si tratta di Alfredo Aglietti (promosso in A con il Verona agli ultimi play off), Marco Baroni (che trionfò a Benevento nel 2016/2017) e Roberto Stellone (in A con il Frosinone nella stagione 2014/2015). 

Tre domande per tre allenatori esperti della categoria, poste dal giornalista Nicola Binda. La prima: “Quali sono le squadre di serie B che si stanno muovendo meglio sul mercato?”; la seconda: “Quale è stato finora il colpo di mercato più importante per la serie B?”; la terza: “Cosa servirà alle grandi per cercare di conquistare la promozione in serie A?”. 

Risposte quasi concordi per il trio, che in merito al calciomercato non ha avuto particolari dubbi indicando in Empoli e Benevento le protagoniste indiscusse. Secondo Aglietti le due squadre “sono avanti rispetto a tutti. L’Empoli ha fatto una bella rivoluzione eliminando le scorie della retrocessione, il Benevento ha inserito pezzi da Novanta in un organico già importante”. 

Secondo Baroni “il Pescara ha fatto molti movimenti, il Benevento aveva una squadra già forte e la sta rinforzando”. All’Empoli, l’ex allenatore dei sanniti, dà il merito di aver venduto benissimo malgrado la retrocessione. 

Sulla stessa lunghezza d’onda Roberto Stellone, che inserisce il Frosinone tra le protagoniste: “Ha una base forte ed è in attesa di rinforzi adeguati. Sia Empoli, che Benevento e Frosinone hanno allenatori molto validi che meritano un successo. Infine dico che non mi dispiace come si muove l’Ascoli”. 

Il nome di Marco Sau non lascia dubbi: è lui l’acquisto della sessione estiva per tutti e tre i tecnici: “Il colpo è in primis Sau al benevento. Scende dalla B dopo tanti anni di serie A e rinforza un attacco già fortissimo”, dice Aglietti. Stesso discorso per Baroni: “Il Benevento con Sau, Coda e Armenteros forma un grande tridente”. Stellone, all’acquisto dell’attaccante sardo, aggiunge anche quello di un esterno: “Sau e Kragl sono grandi acquisti, ma chi ha preso giocatori che erano con me a Palermo non ha sbagliato. Ad esempio Moreo e Brignoli all’Empoli o Szuminski e Salvi al Frosinone così come Chochev al Pescara”. 

Su cosa servirà in particolare per vincere, il gioco offensivo mette d’accordo Baroni e Aglietti, mentre Stellone predilige l’aspetto legato all’equilibrio: “Guardate l’ultimo Lecce, ha fatto capire che con un gruppo solido si può andare lontano”.