Tempo di lettura: 2 minuti

Subito dopo il passaggio del turno in Coppa Italia a spese del Gubbio, Federico Giunti aveva ammesso che quella contro il Benevento non sarebbe stata una sfida come le altre. Ancora nitido il ricordo del doppio confronto in semifinale che ha precluso agli umbri la possibilità di raggiungere la serie A. Giunti in panchina non c’era, era ancora la squadra di Bucchi quella, ma il neo tecnico biancorosso ha avvertito nell’aria un senso di rivalsa al momento del suo approdo al “Curi“.

«Tutti i giocatori mi hanno raccontato di quelle due partite, c’è ancora molta rabbia, sarà un rimettersi in gioco in un campo che non ha portato bene al Perugia, penso che potremo fare bene», sono state le parole dell’allenatore del Perugia al termine del successo per due a uno nel derby di Coppa Italia che ha promosso il Grifone al terzo turno.

A far eco al tecnico ci ha pensato il difensore Nicola Belmonte, assente in occasione del doppio confronto con la Strega. L’esperto difensore ha preferito smorzare i toni in vista del match di sabato prossimo al “Ciro Vigorito“. «Non sarà la partita del riscatto, ormai quelle due gare di play off appartengono al passato e in serie A ci sono andati loro. Certo, il rammarico per come è andata è tanto. Sarà un test importante e significativo e ci teniamo a fare bene».