Tempo di lettura: 2 minuti

Scrive Pasquale Basile (Asia – Usb): “Le piogge incessanti degli ultimi giorni stanno creando non pochi disagi a molti inquilini assegnatari delle abitazioni di edilizia residenziale di proprietà comunale che si presentano ormai in stato di grande precarietà a causa della mancanza di manutenzione. 

Una condizione di precarietà strutturale che riguarda l’intero patrimonio erp e che non può lasciare ancora indifferenti i responsabili della manutenzione delle strutture.
Ci sono centinaia di famiglie di inquilini delle case popolari che ogni giorno sono costrette e vivere in condizioni di estremo disagio. È necessario garantire pertanto la manutenzione strutturale delle abitazioni pubbliche i cui costi non possono essere sostenuti dalle famiglie assegnatarie.
In particolare ci giungono diverse segnalazioni da Via Nuzzolo 11, zona già duramente colpita dall’alluvione del 2015, dove si registrano forti infiltrazioni di acqua in alcuni appartamenti ed inoltre segnalazioni di forti infiltrazioni di acqua nella ex scuola di San Modesto, dove tuttora vivono 11 nuclei familiari in attesa della conclusione dei lavori dei nuovi alloggi popolari di contrada Capodimonte. 
Un sindaco, a maggior ragione se si proclama rappresentante dei deboli e degli strati più popolari della città, non può assolutamente continuare a consentire che inquilini assegnatari delle case comunali vivano in queste condizioni”.