Tempo di lettura: 3 minuti

Antonella Pepe lo sa: Il difficile è costruire. E la costituenda alleanza per l’alternativa a Clemente Mastella – sponda centrosinistra – ha vissuto ieri una giornata complicata.

A scuotere le fondamenta della coalizione, a rischio di mandare a carte quarantotto il lavoro cominciato appena un mese fa, l’intervento su IlSannioQuotidiano di Angelo Moretti prima e la nota stampa di Luigi Diego Perifano poi.

Tutto da rifare? No. Almeno a sentire la coordinatrice della segreteria provinciale del Partito Democratico. Ago e filo: è già tempo di ricucire. Non esistono veti e non vedo riposizionamenti in atto. Solo la voglia di offrire alla città una proposta capace di attrarre consenso e partecipazione” – assicura la giovane dirigente Dem.

Quanto alle dichiarazioni di Perifano, per la Pepe “colgono il segno del lavoro e della sfida che abbiamo di fronte”.

“Perifano parla di atto d’amore che superi gli egoismi di parte e i pur legittimi protagonismi, per restituire ai beneventani una dimensione della politica e della cultura amministrativa. È proprio da questa consapevolezza – prosegue la dirigente del Pd Sannita – che abbiamo avviato le interlocuzioni e stiamo costruendo la futura coalizione. Stiamo facendo un lavoro importante e quotidiano. Capisco che possa destare meno interesse, ma i tavoli tematici si incontrano settimanalmente con la partecipazione di tutte le forze civiche e politiche. Come immaginiamo Benevento nei prossimi anni è il comune denominatore dell’alleanza, che proprio in questo percorso si sta rafforzando”. “Occorre stare insieme per, è questo che abbiamo sempre detto” – aggiunge. “E lo stiamo facendo con un fronte largo e ogni giorno più attrattivo”.

Insomma, il cammino prosegue lungo le coordinate stabilite il 25 febbraio scorso, giorno in cui si riuniva per la prima volta l’alleanza per il cambiamento.

Qualche inciampo è messo in conto ma non sono previste deviazioni, soprattutto in direzione dello schema “regionale” auspicato dai mastelliani, dalla minoranza Pd e dall’area deluchiana. “Noi lavoriamo alla stesura di un programma di governo utile alla città. Uno sforzo a cui il dibattito pubblico non sempre rende giustizia perché la discussione è orientata da un lato su chi sarà il candidato sindaco e dall’altro a fomentare presunte contrapposizioni o, peggio ancora, a invocare presunti modelli, senza dire una sola parola su cosa è stato prodotto in questi cinque anni dall’amministrazione comunale e senza fare i conti col fatto che chi auspica quel modello è già candidato a sindaco”.

“L’unico modello di coalizione che mi interessa – chiosa Antonella Pepe – è quello utile alla città. Abbiamo da progettare la ripartenza dopo oltre un anno di fermo, abbiamo da connettere il Sannio e il capoluogo, dobbiamo cogliere la sfida della transizione ecologica, la mobilità sostenibile, potenziare i servizi alle persone. Insomma, dobbiamo occuparci di Benevento e delle sue potenzialità e questo non si fa con qualche prebenda distribuita qua e là, come accaduto in questi anni”.