A Benevento quattro giorni con il Festival fantasiologico

A Benevento quattro giorni con il Festival fantasiologico

Tempo di lettura: 3 minuti

Benevento – Dal 22 al 25 novembre 2018 la Rocca dei Rettori di Benevento ospita la seconda edizione del Festival Fantasiologico, ideato e curato dal fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, studioso di storie e caratteristiche della fantasia e dell’immaginazione. Quattro giorni per riflettere su “fantasia, immaginazione, creatività, fantasticheria” intese come facoltà della mente, studiate ed esplorate in ambito scientifico, umanistico, ludico e artistico. Venticinque gli ospiti, tra cui l’illustratrice Resli Tale, il fotografo Giovanni Izzo, la ricercatrice Daniela Allocca, l’artista matematico Giuseppe Polone, l’azienda La Sbecciatrice, gli artisti Gennaro Angelino, Angelo Pescatore e Mario Mascia.

La manifestazione inizia giovedì 22 novembre con lo scrittore e docente Guido Parisi, fondatore del Comitato della Società Dante Alighieri di Katowice (Polonia), segue un incontro con un “ospite a sorpresa” e la performance del musicista Venovan dedicata alla presentazione dello strumento “DOPAonde” ideato da Domenico Pagliaro, giovane casertano scomparso lo scorso aprile. Venerdì 23 novembre si apre con i laboratori per studenti, ben quattro gli istituti del beneventano partecipanti alle attività del festival: il Liceo Guacci, l’I.C. Lucarelli, L’I.C. Padre Isaia Columbro di Foglianise e di Tocco Caudio, l’I.C. Torre con i laboratori di Viviana Redavid (incantastoffe e artigiana), Rossella Flagiello (artigiana e paper artist), Gianluca Caporaso (scrittore e narratore), Libreria Che Storia che è libreria ufficiale del festival fantasiologico, con testi per ogni età selezionati per l’occasione. Seguono gli incontri con Livio Sossi, docente di letteratura per l’infanzia presso l’Università di Udine e di Capodistria, il fantasiologo Massimo Gerardo Carrese, Resli Tale e la casa editrice Lavieri con l’editore Marcello Buonomo. A seguire un intervento della libraia Cinzia Crisci (Che Storia) che racconterà la sua esperienza e chiude la giornata la chef stellata Rosanna Marziale (ristorante Le Colonne di Caserta e Ambasciatrice nel mondo della mozzarella di bufala campana DOP) che condividerà con i presenti il processo creativo che l’ha condotta a inventare la sua “pizza al contrario”. Sabato 24 novembre è la volta della studiosa Sara Ricci che discuterà di ‘Patafisica e di Letteratura Potenziale insieme a Stefano Tonietto, docente di latino e autore di una Letteratura Latina inesistente (Quodlibet). Segue l’architetto Beppe Finessi che racconta Bruno Munari e la sua esperienza diretta con uno dei più grandi maestri del design italiani. Conclude la giornata il matematico Furio Honsell, volto noto delle prime edizioni di Che Tempo che fa (Rai Tre), che illustrerà il valore della matematica nei processi creativi e immaginativi.

Domenica 25 novembre, ultimo giorno del Festival, inizia con la visione del documentario fantasiologico Denti Ridenti di M. G. Carrese (Ngurzu Edizioni). A seguire l’intervento della critica d’arte e archeologa Rossana Di Poce sulle fotografie di Giovanni Izzo che presenta il suo documentario The Domitiana (15’). Le attività pomeridiane proseguono con Andrea Angiolino, ideatore di numerosi giochi da tavola e autore di testi sul tema, che racconterà ai presenti le sue storie di giochi, da nascondino a sudoku. Chiude la seconda edizione del festival il performer e poeta visivo Paolo Albani, con un intervento sulle lingue fantastiche e umoristiche e alcune performance poetiche. Main Partner: Gruppo D’Abbraccio. Patrocinio: Provincia di Benevento. Gli ingressi sono liberi fino a esaurimento posti (sala incontri, 70 posti a sedere). Il programma completo è su www.fantasiologo.com


Scarica la nostra App
Disponibile su Google Play




Commenti