Tempo di lettura: 2 minuti

Pordenone – Due punti nelle ultime quattro partite, l’abbandono del secondo posto e un calo nelle prestazioni. Il momento del Pordenone non è dei migliori, e Attilio Tesser non lo nasconde: “Non abbiamo la serenità e la leggerezza di due mesi fa, non ho problemi ad ammetterlo. È un momento di calo, tutte le squadre, escluso il Benevento, hanno avuto momenti simili in stagione”, ha dichiarato il tecnico neroverde a due giorni dalla sfida del Ciro Vigorito. 

Per uscirne, secondo Tesser, la medicina è una soltanto: “Occorre lavorare con l’umiltà e l’impegno, sono certo che sabato daremo il meglio di noi. Inzaghi all’andata ha detto che alla Dacia Arena avrebbero faticato tutti, ed è stato un buon profeta, almeno fino alle ultime due gare”. 

Per il Benevento solo parole di elogio: “E’ una squadra di grande esperienza, con giocatori reduci da avventure importanti in Serie A e non solo. Hanno fame e voglia di vincere e si vede, e quando vinci sappiamo bene che tutto riesce con molta più facilità.”

Riguardo alle squalifiche e agli infortuni che hanno colpito il gruppo di Inzaghi, l’invito di Tesser è quello a non abbassare la guardia: “La rosa dei giallorossi è talmente lunga da essere in grado di sopperire a qualunque mancanza. Noi cambieremo sicuramente qualcosa nella formazione, anche perché qualche giocatore ha bisogno di rifiatare: non ci saranno Gavazzi e Bindi causa infortunio, rientrerà Pobega dalla squalifica.”