Tempo di lettura: < 1 minuto

Benevento – Sono tornati in piazza dopo pochi giorni i lavoratori Esaf, incaricati della manutenzione stradale provinciale. I dipendenti hanno riavviato la protesta nei confronti della Provincia perché non hanno ricevuto lo stipendio del mese di maggio dopo la Cassa Integrazione del lockdown.

A una delle due Società che compongono la Esaf è stata emessa dal Tribunale di Reggio Calabria una misura interdittiva per collusione con la mafia. Da qui il blocco delle attività da parte della Società che dovrebbe presentare il rendiconto dei lavori alla Provincia e comunque pagare i lavoratori previo il successivo accredito di fondi da parte dell’Ente. I dipendenti attendono nel piazzale della Rocca dei Rettori un nuovo confronto con i vertici della Istituzionali. Imponente il servizio d’ordine per evitare una nuova occupazione alla Rocca dei Rettori.