Tempo di lettura: 3 minuti

Benevento – Obiettivo doppia cifra centrato. Il Benevento non fa sconti al Trapani, penultimo in classifica, ottenendo il decimo successo del suo campionato. La formazione di Inzaghi supera agevolmente i granata di Baldini, portandosi momentaneamente a +12 sulla seconda e potendosi godere comodamente il quindicesimo turno di una serie B sempre più a tinte giallorosse. Una vittoria meritata e mai in discussione, la Strega ha rischiato in una sola vera occasione, servendo poi un pokerissimo che fa di quello sannita il miglior attacco del torneo. Unica nota stonata il cartellino giallo rimediato da Hetemaj, costretto a saltare per squalifica la prossima trasferta di Livorno.

La partita – Strada della continuità per Inzaghi che conferma lo stesso schieramento e gli stessi uomini di Venezia. Baldini deve invece fare a meno di Biabiany, nemmeno in panchina, e affida l’attacco all’ex Evacuo.

Alla prima vera occasione la gara si sblocca. Sau scappa sulla sinistra, arriva sul fondo e disegna una parabola che Coda deve solo spingere in rete di testa. Rotto l’equilibrio, il Benevento prende in mano la partita anche se i siciliani si vedono annullare un gol di Grillo per fuorigioco. Stessa dinamica nell’area opposta, Coda viene firmato dal guardalinee prima di poter gonfiare la rete. Non accade altro di rilevante fino alla mezz’ora, quando Fornasier stende Maggio appena dentro l’area di rigore. L’arbitro assegna il penalty che Viola trasforma nel gol del raddoppio.All’intervallo si arriva con i padroni di casa sopra di due marcature.

Risultato che potrebbe cambiare subito in avvio di ripresa. Grande giocata in area di Pettinari, il ragazzo cresciuto nel settore giovanile della Roma si ritrova a tu per tu con Montipò sbagliando incredibilmente la conclusione. Scampato il pericolo, il Benevento si riaffaccia in avanti con una staffilata di Viola deviata in angolo da Carnesecchi. Il portiere del Trapani deve intervenire anche al quarto d’ora sulla bella volé di sinistro di Sau su traversone di Maggio. La Strega torna padrona del gioco affacciandosi nuovamente dalle parti di Carnesecchi con un sinistro dal limite di Coda respinto dal portiere granata. Manca solo il colpo del ko che arriva puntuale poco dopo la mezz’ora. Lancio di Schiattarella per Coda, la girata dell’attaccante viene respinta da Carnesecchi sui piedi di Sau che ritrova un gol che mancava dal derby esterno con la Salernitana. Archiviata la pratica Trapani, i giallorossi appongono il punto esclamativo alla vittoria con una magia di Viola. Punizione da centrocampo, il numero dieci calcia subito sorprendendo il portiere e calando il poker. Una serata di grazia per l’Highlander del Benevento. Al 43’ arriva addirittura la tripletta con un sinistro dal limite che supera per la quinta volta Carnesecchi. Termina con una manita e senza recupero l’anticipo del “Ciro Vigorito”.

Benevento-Trapani 5-0

Reti: 10’pt Coda, 32’pt Viola (rig.), 33’st Sau, 37’st Viola, 43’st Viola

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Maggio, Antei, Caldirola, Letizia; Hetemaj (16’st Improta), Schiattarella, Viola; Kragl (27’st Tello), Sau (36’st Insigne); Coda. A disp.: Manfredini, Gori, Del Pinto, Tuia, Gyamfi, Di Serio, Solimeno, Vokic, Armenteros. All.: Filippo Inzaghi

Trapani (4-3-3): Carnesecchi; Del Prete (23’st Candela), Fornasier, Scognamillo, Grillo; Corapi (23’st Tulli), Taugourdeau, Pettinari; Ferretti (1’st Colpani), Evacuo, Moscati. A disp.: Dini, Stancampiano, Pagliarulo, Aloi, Minelli, Luperini, Cauz, Scaglia, Canino. All.: Francesco Baldini

Arbitro: Daniele Minelli di Varese

Assistenti: Fabrizio Lombardo di Cinisello Balsamo e Gianluca Sechi di Sassari

Quarto uomo: Fabio Natilla di Molfetta

Ammoniti: Hetemaj per il Benevento, Ferretti, Scognamillo per il Trapani

Note – Spettatori: 9.155. Recupero: 1’pt, 0’st