Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Dopo Pairetto tocca a Giovanni Ayroldi di Molfetta dirigere il Benevento al “Ciro Vigorito“. Il fischietto pugliese, figlio dell’ex assistente Stefano e nipote di Nicola, è stato designato per arbitrare il confronto di mercoledì sera (ore 20:45) contro il Verona. Ayroldi, che era il quarto uomo in occasione della sfida con la Roma, ha diretto la Strega proprio contro i capitolini all’Olimpico nel girone di andata. Ci furono alcuni episodi, in quella circostanza, che non furono graditi dai ragazzi di Filippo Inzaghi, come il fallo non ravvisato su Caprari in occasione del pareggio di Pedro e la decisione di concedere il rigore per un presunto contatto tra Montipò e lo stesso giocatore spagnolo.

Contro gli scaligeri, gli assistenti saranno Nicola Carbone di Torino e Davide Moro di Schio. Il piemontese e alla prima designazione “sul campo” con i sanniti, incrociati nelle vesti di assistente al var nelle sfide casalinghe con Genoa (2-0) e Sampdoria (1-1). Il veneto, invece, sarà all’ “esordio” assoluto con la Strega. 

Tra Inzaghi, al ritorno dopo la squalifica, e Juric ci sarà il quarto uomo Daniele Paterna di Teramo. L’abruzzese ha ricoperto recentemente lo stesso ruolo proprio al “Ciro Vigorito” contro la Sampdoria. Il var, infine, è stato affidato a Marco Guida di Torre Annunziata, il quale ritrova il Benevento dalla stagione 2017/18 quando arbitrò i giallorossi nella sconfitta di Ferrara (2-0) contro la Spal. Sarà Salvatore Longo di Paola l’assistente, un habitué con i giallorossi, essendo arrivato alla quarta designazione nel medesimo ruolo, oltre ad aver fatto due volte da assistente in stagione.