Tempo di lettura: 6 minuti

Il Comune di Bologna ha adottato l’ultima piattaforma tecnologica in cloud: smart.PA – Bologna Welfare nata per avvicinare cittadini e imprese all’ente locale. A realizzarla è stata la società sannita “A Software Factory” di Domenico Pedicini con sede a Vitulano.

smart.PA è in sintesi un innovativo ecosistema in cloud, infrastrutturato secondo logiche basate su micro servizi. La piattaforma è in grado di abilitare  cittadini e imprese verso tutti i servizi “online” attivati dagli Enti della Pubblica Amministrazione, avendo come riferimenti tecnico concettuali le “piattaforme abilitanti” e “gli ecosistemi”, così come definiti nel “Piano Triennale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione 2019-2021”, quali strumenti per la generazione e la diffusione di servizi digitali. La piattaforma fruibile attraverso app da dispositivi mobile semplifica inoltre il procedimento delle istanze, in particolare, per la fruizione di servizi operanti attraverso lo sportello digitale del cittadino (SPID, PagoPA, ANPR, Domicilio Digitale).

smart.PA è stata ideata per migliorare ed innovare il rapporto tra la Pubblica Amministrazione e i cittadini. Un innovativo strumento di comunicazione interattiva, che coniuga l’erogazione dei servizi e la gestione efficiente delle risorse umane e strumentali dell’Ente, senza trascurare il bene più prezioso del comune: la sicurezza dei suoi cittadini!

L’8 novembre 2019 sarà disponibile gratuitamente sugli App store per smartphone (Google play store e App store IOS) “Bologna Welfare”, l’App gratuita del Comune di Bologna che permette di navigare liberamente nella mappa del welfare cittadino, usufruire di sconti e agevolazioni presso negozi e servizi convenzionati, nonché di presentare on line domande per contributi e sussidi di welfare.

Bologna Welfare” che è una derivazione della piattaforma tecnologica smart.PA, presenta anche una rassegna delle notizie di welfare più rilevanti in connessione con il Portale Iperbole del Comune.  “Bologna Welfare” è stata realizzata su ideazione del Comune di Bologna tramite progettazione condivisa e sviluppo in collaborazione con la società A Software Factory, una software house con sede a Vitulano, in provincia di BENEVENTO, caratterizzata da forte professionalità, competenza sia tecnica che normativa ed esperienza, caratteristiche che gli hanno consentito in 30 anni di affiancamento alla PA, di trasformare i cambiamenti imposti dalle nuove tecnologie in pura innovazione.

Il cittadino è al centro del progetto ed è l‘utilizzatore dell’App. Chi utilizza l’applicazione può ricercare e filtrare le risorse e tutti i contenuti, interagire e dialogare direttamente con il Comune e con gli sportelli e i servizi filtrati ed utilizzare le modalità degli strumenti social, rilasciando commenti e condividendo quanto di interesse. La platea potenziale di utenza è l’intera cittadinanza. Il bisogno di ricercare e connettersi tramite “Bologna Welfare” con uno sportello sociale, un U.R.P., un servizio di patronato o CAF o un poliambulatorio o una casa della salute interessa potenzialmente tutti i cittadini.

L’integrazione con i sistemi di anagrafe, protocollo e di gestione documentale e con il database INPS-ISEE permette di semplificare e dematerializzare le funzionalità e l’uso da parte del cittadino nel momento in cui accede alla funzione di sportello virtuale per prenotare sconti e agevolazioni presso i punti convenzionati o presentare domande on line di accesso a contributi e sussidi. La platea di cittadini interessati a queste funzionalità riguarda diecimila famiglie.

La funzionalità di ricerca delle risorse tramite “Bologna Welfare” è libera e completamente gratuita. Sono oltre seicento le risorse di welfare localizzabili e contattabili direttamente dallo smartphone tra sportelli sociali e interculturali del Comune e di ASP Città di Bologna, U.R.P. comunali, case della salute e poliambulatori AUSL, Caf e patronati sociali, case residenze anziani e case di riposo e altre strutture, società e cooperative accreditate e convenzionate per l’erogazione di servizi domiciliari, residenziali e semiresidenziali, servizi di prossimità, associazioni di volontariato e università della terza età, centri di assistenza legale e antiviolenza, etc. Sono inoltre localizzabili i millenovecento stalli di parcheggio per disabili ubicati nel territorio comunale.

Bologna Welfare” mette in comunicazione il cittadino con tutte le risorse di welfare a lui più vicine mediante sistema di geolocalizzazione. E’ possibile ricercare tra categorie proposte gli sportelli e i servizi pubblici e privati più adeguati alle esigenze quotidiane. E’ possibile calcolare il percorso per raggiungere le risorse di interesse, telefonare o inviare mail direttamente, accedere ai siti web, visualizzare le risorse su mappa e ottenere le principali informazioni (orari di apertura, etc.) per accedere. Tramite i link attivabili in via diretta dalla risorsa geolocalizzata è possibile accedere alle pagine web con altre funzionalità di interesse (p.e. pagine web di un ambulatorio ospedaliero o al login del proprio Fascicolo Sanitario Elettronico).

Con l’App “Bologna Welfare” è inoltre possibile accedere ad uno portello virtuale con il solo onere del possesso di credenziali digitali personali SPID per usufruire di agevolazioni e sconti presso negozi e servizi convenzionati con il Comune (NordiConad, Coop. Alleanza 3.0, Federfarma e Admenta Italia, Federottica e Ottica Garagnani, Centro medico specialistico bolognese e altri), superando il modello della precedente family card.

Bologna Welfare” permette in pochi passaggi di prenotare agevolazioni e sconti pensati per offrire opportunità alle persone e famiglie residenti a Bologna e in possesso di determinati requisiti economici ISEE, presso i soggetti convenzionati con il Comune di Bologna.  Una volta prenotato lo sconto, tramite generazione di un Qrcode sull’App, il cittadino può recarsi presso i negozi ed usufruire delle agevolazioni e dei vantaggi. Un applicativo di back office presso i gestori dei negozi permette di gestire la prenotazione degli sconti e delle agevolazioni richieste. I dati e la verifica della residenza, dello stato di famiglia nonché della validità della Attestazione ISEE sono automatizzati, mediante integrazione diretta con i sistemi di anagrafe e INPS-ISEE e il cittadino non deve dichiarare o allegare nulla. Le agevolazioni e gli sconti prenotati o di cui il cittadino ha usufruito rimangono a sono a disposizione nella memoria della App.

Sempre con credenziali digitali personali SPID è infine possibile presentare tramite App “Bologna Welfare” le domande on line per la concessione di contributi e sussidi economici (Assegno di maternità, assegno al nucleo familiare numeroso, bonus energia elettrica, bonus gas, bonus idrico e altri sussidi).

Bologna Welfare” è anche sportello on line per presentare direttamente e con semplicità le domande di accesso a contribuzioni e sussidi sociali.  Le persone e famiglie residenti a Bologna, in possesso di determinati requisiti economici ISEE e degli altri requisiti previsti dalla normativa, possono compilare le domande con pochi passaggi.  I dati e la verifica della residenza, dello stato di famiglia nonché della validità della Attestazione ISEE sono automatizzati, mediante integrazione diretta con i sistemi di anagrafe e INPS-ISEE e il cittadino non deve dichiarare o allegare nulla. E’ invece possibile allegare i documenti qualora richiesti e in possesso del cittadino (fatture utenze, etc.) scattando una foto dallo smartphone o allegandola. L’avvio e la chiusura del procedimento sono effettuate tramite l’App che notifica lo stato della domanda.  Le domande presentate o di cui il cittadino hai già ottenuto i benefici sono a sua disposizione nella memoria della App. L’App è integrata con i sistemi di protocollo e di gestione documentale del Comune.