Tempo di lettura: 5 minuti

Benevento – Ottenuto il successo all’andata, domani sera (ore 21) il Benevento ospiterà Cittadella per la semifinale play off di ritorno. La Strega sfiderà la formazione di Roberto Venturato allo stadio “Ciro Vigorito” partendo dal 2 a 1 di martedì scorso. A presentare l’impegno con i veneti ci pensa Cristian Bucchi. Il tecnico giallorosso è intervenuto quest’oggi in conferenza stampa, affrontando vari e diversi temi.

PartitaIl Cittadella è una squadra forte, utilizza lo stesso sistema da anni e sa bene cosa fare. E’ una squadra fastidiosa e questo è un aspetto positivo per loro. Dovremo fare la nostra partita mettendo da parte la sfida dell’andata, scenderemo in campo per attaccarli e per vincere. E’ normale, poi, che ci saranno i momenti, gli episodi e dovremo essere bravi a sfruttarli e capitalizzarli.

AsencioE’ rientrato ieri e ha lavorato con la squadra, ma gli ultimi cinque mesi sono stati complicati. Resta un giocatore importante, volevamo passare da tempo alle due punte ma la sua indisponibilità ce l’ha impedito. Sarà a disposizione anche se non è al top della condizione, ha voglia di dare il suo contributo.

Insigne (1)Potrebbe giocare lui, come potrebbero giocare Improta o Buonaiuto, abbiamo tante possibilità in avanti. Roberto è comunque una soluzione concreta. In base allo stato dei calciatori e alle caratteristiche degli avversari faremo le nostre scelte. 

ImpostazioneChiunque giochi avrà caratteristiche diverse da Armenteros, il quale è un giocatore fondamentale per noi: sa tenere palla, sa darci la profondità e sa duettare bene con i compagni. La sua assenza sarà importante, alla luce anche di quanto fatto negli ultimi due mesi. In ogni caso faremo le cose fatte bene e nel modo giusto.

AtteggiamentoAbbiamo messo il Cittadella in grande difficoltà all’andata. Difficilmente viene attaccata e noi volevamo proprio questo, per non perdere la nostra indole, prendendo possesso del terreno di gioco e rendendo loro la partita difficile. Non ci siamo mai demoralizzati, neanche dopo il gol subito, continuando a giocare con tranquillità. Siamo stati bravi ad aspettare il momento giusto, mi è piaciuto il fatto che non abbiamo perso la bussola, rimanendo concentrati per l’intera partita.

SchemaTroveremo il modo migliore per occupare il campo, cercando di mettere gli attaccanti nelle condizioni migliori per fare male all’avversario. L’importante sarà fare bene le cose, con il giusto atteggiamento e con la consapevolezza che si giocherà per vincere.

Insigne (2) Le sue dichiarazioni nel post partita sono state perfette dal punto di vista del calciatore. Un giocatore contento di essere escluso non lo voglio nella mia squadra. E’ giusto che non condivida le scelte nel momento in cui si senta penalizzato ma le accetti. Atteggiamento perfetto in tutto, nel pre e post partita, in campo e nelle dichiarazioni. Bisogna saper convivere col fatto che la rosa è ampia e si gioca in undici.

Doppio registaPotrebbe essere un’opzione sia dall’inizio che a partita in corso.

AndataIl risultato non ci condizionerà. Già martedì sera ho detto ai ragazzi di essere contenti ma di pensare alla sfida di ritorno. Questa per noi è l’ultima possibilità per andare in finale, non ce ne saranno altre. Non voglio vedere gestione, voglio una squadra che scenda in campo per vincere.

ArmenterosE’ stato fortunato, è molto intelligente perchè a fine partita è salito sul pullman e non ci siamo incrociati. A caldo avremmo entrambi reagito male. Lui è un ragazzo molto naif ma dalla grande sensibilità, era molto dispiaciuto e davanti a questo tipo di atteggiamento non c’è nulla da dire. Sa che ha fatto un’ingenuità, fortunatamente non ha pesato e dovremo essere bravi a non farla pesare neanche domani.

PubblicoDa parte di tutti noi c’è piacere nel leggere le parole della Curva Sud, segno che ci siamo guadagnati con sudore e sacrificio qualcosa di buono. Chi ama e tiene a cuore questa società deve dimostrarlo, l’unione può fare la differenza. Venite allo stadio perché abbiamo bisogno del sostegno di tutti.

TerziniA me sono piaciuti, non hanno commesso errori e hanno impegnato il Cittadella. Stanno tutti bene, in base a quello che vedo in campo e in allenamento farò le mie scelte. La squadra, nel suo complesso, ha fatto molto bene, mi dissocio dalle critiche perché valuto la partita dal punto di vista dell’allenatore.

Antei Le mie scelte sono mirate alla singola partita, non sono mai definitive. Mando in campo la miglior formazione possibile, quella che penso mi possa far vincere la gara.

CondizioneSono tutti in grado di giocare, nell’arco della stagione quasi tutti hanno avuto continuità. Dal punto di vista fisico tutti sono in grado di giocare dopo quattro giorni.

Del PintoE’ quello un po’ più indietro, sente un fastidio continuo e in certi momenti non riesce a spingere al massimo. Non lo abbiamo forzato, lo stiamo aspettando e ogni giorno migliora.