Tempo di lettura: 3 minuti

Grande successo a Bucciano per la prima edizione del torneo di 24 h di Beach volley, organizzato e promosso dalla Parrocchia San Giovanni Battista, guidata da don Antonio Macolino.

Ventiquattro le squadre che si sono sfidate nell’arco di 24 ore, sul campo retrostante la casa canonica, allestito per l’occasione.

Nonostante il periodo particolare, nulla è stato lasciato al caso e sono state adottate tutte le misure di prevenzione anti Covid, con gli atleti che hanno dovuto firmare un’autodichiarazione attestante il loro stato di salute.

Torneo curato nei minimi particolari dallo staff capitanato dal giovane don Antonio Macolino, da due anni alla guida della parrocchia del piccolo centro caudino.

“Partecipare è importante, essenziale è esserci”, questo lo slogan scelto dell’organizzazione.

Il torneo, è stato vinto dalla squadra “La Rusticana”, che in finale ha avuto la meglio su “Dolcetto o Scherzetto – Un Prosecco”, per due set a uno.

Grande soddisfazione è stata espressa da Don Antonio Macolino.

Pur nel bel mezzo di un anno difficile e complesso, la nostra comunità non ha perso l’entusiasmo e la leggerezza della vita – ha dichiarato il sacerdote – . Come parrocchia, abbiamo voluto segnare il passo, nonostante le tante perplessità suscitate dalla situazione delicata del contenimento del contagio, con un’iniziativa semplice, diretta, immediata: la nostra 24h! 24h di spensieratezza, divertimento, di coinvolgimento, di incontri “a distanza”.  A nome personale, desidero esprimere un grazie sentito a quanti ci hanno sostenuto, aiutato, a quanti si sono messi a disposizione, cogliendo fin da subito questa opportunità come propria.

Un grazie ai giovani e ai ragazzi che hanno aderito all’iniziativa, nello staff, perché si sono fatti carico di tutta la complessità della macchina organizzativa, rendendo più spedito il cammino – ha proseguito don Antonio – .

A loro, i complimenti, perché hanno reso quest’iniziativa, inimitabile, nonostante il periodo, lavorando sodo e affrontando ogni genere di difficoltà con caparbietà, spirito di sacrificio, abnegazione, fiducia.

Un grazie alle squadre scese in campo, quelle di Bucciano, come quelle dei paesi vicini.

Grazie a tutti gli atleti che si sono alternati sul campo e che hanno dimostrato tutto il proprio valore.

Un grazie al Sindaco ed all’Amministrazione comunale tutta, a tutti colori i quali si sono adoperati per la costruzione del campo e la manutenzione, agli sponsor, a chi ha curato l’audio service.

Un grazie, infine, a chi ci ha onorato della propria presenza ed un ringraziamento agli addetti del presidio sanitario. L’appuntamento è fissato al prossimo anno – ha concluso il don – con tante altre iniziative importanti e significative”.