Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – “Da Vokic ci aspettiamo grandi cose, magari a fine stagione potremo festeggiare qualcosa di importante con tutta la città”. Parole e musica di Felice Piccolo, intermediario nell’operazione che ha portato il talento sloveno a vestire la maglia del Benevento con la collaborazione degli agenti Michele Buongiorno e Dimitrij Ostojic. L’ex difensore ha raccontato tutti i passaggi del trasferimento ai microfoni di gianlucadimarzio.com. “Il Benevento si è mosso velocemente, ed il merito è dell’intuizione avuta da Pasquale Foggia che è riuscito ad anticipare club di massima serie olandesi e tedesche. Vokic è un vero armadio. Alto 1.94, può giocare sia da mezzala sinistra che trequartista. Nelle movenze ricorda Ilicic”.

Nessun dubbio, Vokic è un talento puro: “Abbina una tecnica sopraffina ad una struttura impressionanteEra considerato il crack del calcio sloveno, purtroppo le scelte, la fortuna, i momenti sono cose che contano nel calcio, e fanno la differenza, soprattutto a certi livelli. Adesso è circondato da persone che gli vogliono bene e che vogliono il suo bene. Il Benevento è una società seria,  forte e ambiziosa. Bucchi è una garanzia in questo, saprá dove farlo rendere al meglio e partecipe alla causa”.

L’Italia sembra essere la meta ideale: “E’ un Paese speciale per lui, è cresciuto guardando il campionato italiano. La speranza è che si adatti il prima possibileQuesto ragazzo è un diamante. E’ umile e ambizioso, due doti significative. Tutti ci aspettiamo grandi cose, e magari a fine anno di poter festeggiare qualcosa di importante con tutta la città”.