Tempo di lettura: 3 minuti

Benevento – “Un piccolo miracolo beneventano”: così il sindaco Clemente Mastella ha commentato presso l’Istituto comprensivo “Federico Torre” di Via Nicola Sala a Benevento l’inizio dell’anno scolastico, riferendosi al fatto che 188 bimbi tra materne ed elementari del Plesso “Pacevecchia” nell’omonimo quartiere cittadino hanno potuto cominciare regolarmente la frequentazione nonostante la forzata chiusura della struttura di provenienza per gravi carenze di sicurezza statica. I bambini, equamente divisi tra i due cicli, hanno trovato una provvisoria sistemazione all’interno dello stesso complesso della “Torre”, con i più piccoli posizionati nella palestra, la cui tinteggiatura interna è stata completamente rifatta grazie ad un encomiabile lavoro, portato avanti anche dai volontari. Entro novembre, secondo i tecnici del Comune, si troverà una nuova sistemazione perché sarà possibile utilizzare un altro complesso scolastico, quello di via Bartolomeo Camerario. Questo programma di spostamenti, che ovviamente crea non pochi problemi e stress per i genitori, ha comportato anche un supplemento di lavoro da parte dell’Amministrazione Comunale, che, comunque, ha spiegato Mastella, ha onorato il proprio compito.

“C’è stata una straordinaria collaborazione da parte della dirigente scolastica, Maria Luisa Fusco, e di tutta la Scuola Federico Torre rispetto all’emergenza che si è venuta a creare nel mese di agosto”; ha chiosato il sindaco, lasciando intendere che si tratta di un fatto eccezionale, che trova pochi riscontri o ne ha trovato pochi in passato. Il sindaco ha sottolineato tutta la fase emergenziale ma non si poteva fare altro: “Abbiamo effettuato molto sopralluoghi, ma molte situazioni o erano onerose o erano assolutamente precarie, infatti molte non erano a norma”. In ogni caso, è evidente che l’afflusso di circa altri 200 bambini, accompagnati dai genitori, in via Nicola Sala, strada di suo già trafficatissima, ha comportato una situazione di acuta sofferenza per il deflusso veicolare. i mezzi della Trotta Bus, in servizio questa mattina, hanno avuto non poche difficoltà per far scendere i bambini nei pressi del plesso. Da sempre, nel corso dell’anno scolastico, soprattutto all’ingresso e all’uscita dei bambini dall’Istituto, che ha un altissimo numero di iscritti, percorrere in auto via Nicola Sala e strade limitrofe costituisce una vera e propria impresa. Ma oggi, come biglietto di benvenuto per il nuovo anno, si è davvero toccato l’apice. Mastella si è indignato per il modo estemporaneo, chiamiamolo così, di parcheggiare la propria vettura da parte di alcuni genitori. Auto parcheggiate sui marciapiedi, che bloccavano gli incroci, che occupavano la stessa corsia di marcia arbitrariamente. Il Sindaco ha chiesto subito al Comandante di Polizia municipale, Fioravante Bosco, di prendere iniziative concrete per dissuadere dalla sosta selvaggia. Il sindaco Mastella questa mattina unitamente all’assessore comunale all’Istruzione, Rossella del Prete, ha poi salutato gli alunni del plesso Moscati e della Bosco Lucarelli, in piazzale Catullo. Infine il primo cittadino ha voluto sottolineare: “Siate sereni, si divertano studiando. I primi anni sono veramente importanti per la crescita complessiva che tocca ogni bambino“.