Tempo di lettura: 2 minuti

Il primo partito? La Lega di Salvini. Chi vincerebbe le elezioni? Il centrodestra. Chi trionferebbe alle primarie (che non si terranno) per la scelta dello sfidante di De Luca? Mara Carfagna.

Sono alcune delle risposte fornite dal sondaggio sulle Elezioni Regionali in Campania effettuato da Index Research e commissionato dalla Federazione Popolare di Giuseppe Gargani (mille gli elettori campani ‘testati’ tra il 29 novembre e il 2 dicembre).

A pubblicare i dati è l’edizione online del Corriere del Mezzogiorno. Le rilevazioni, scrive Angelo Agrippa, restituiscono un quadro generale molto frammentato, “privo di liste fortemente predominanti, ma nella quale la coalizione di centrodestra, percepita come maggiormente strutturata, afferma una distanza rispetto a quella di centrosinistra di ben dodici punti”.

Primo partito, dicevamo, la Lega, con il 17%. A ruota segue il Partito Democratico con il 16. Subito dopo, con distacchi minimi, ecco Movimento Cinque Stelle (15), Forza Italia (14), Fratelli d’Italia (11). Ancora alta la percentuale di indecisi (17,2).

Numeri che confermano la pole position del centrodestra, al 46% nel suo dato ‘unitario’. Si ferma al 34%, invece, la somma dei partiti del centrosinistra (al Pd bisogna aggiungere i consensi di Campania Libera, De Luca Presidente, Italia Viva). Detto del Movimento Cinque Stelle al 15%, la voce altri raggranella il 4%.

Ma l’Index Research ha sondato pure gli elettori del centrodestra in merito alle eventuali primarie. E non ci sono dubbi: è Mara Carfagna la sfidante ‘ideale’ di Vincenzo De Luca. A pensarla così è il 40% degli interpellati. Più indietro, fermo al 30%, Stefano Caldoro. Soltanto terzo, staccatissimo, il sindaco di Benevento Clemente Mastella (10%). Ancora più giù Paolo Russo (6) e Cosimo Sibilia (4).