Tempo di lettura: 2 minuti

Cerreto Sannita (Bn) – Parlare di rifugiati o richiedenti asilo significa tenere ben impressi i loro meravigliosi volti fatti di nomi, occhi, cuori, anime, dolori e speranze. Seguendo l’indicazione della Cooperativa Sociale di comunità iCare – Ufficio Progettazione e Fragilità della Diocesi di Cerreto Sannita – Telese – Sant’Agata de’ Goti, che gestisce lo Sportello “Do It Dogether” della Caritas diocesana, il settore Giovani dell’Azione Cattolica interparrocchiale di Cerreto Sannita ha organizzato per domani sera, venerdì 28 settembre ore 18:30, un incontro-testimonianza con i giovani migranti dello Sportello DIT presso la sede Caritas ed iCare di Cerreto Sannita, a Casa Santa Rita (in via Sannio, 43). Sarà un momento aperto a tutti i giovani di Cerreto per potersi trovare, ascoltare e confrontare le proprie speranze e i propri sogni con altri giovani che sognano e sperano allo stesso modo.

La Caritas diocesana e la cooperativa iCare – Ufficio Progettazione e Fragilità stanno cercando di dare risposte a quelli che sono i bisogni di questo territorio. E le risposte passano necessariamente attraverso la costruzione di percorsi di inserimento lavorativo, rigenerando spazi, progettando un nuovo sviluppo locale che animi la possibilità di futuro dei nostri giovani e, in particolare, per i nostri giovani più fragili. Ragion per cui le fatiche, le ferite e il dolore dei nostri fratelli migranti non potevano non avere la giusta attenzione tramite un progetto che prevedesse il farsene carico e il prendersene cura.