Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Le parole di Fabio Caserta al termine della gara di Serie B che ha visto il Benevento ospitare il Lecce. L’allenatore calabrese ha commentato la prestazione dei giallorossi, scesi in campo al “Ciro Vigorito” per affrontare la formazione di Marco Baroni. Questi i temi affrontati nel post partita dal tecnico della Strega.

Prestazione – L’errore più grande lo abbiamo fatto in fase di possesso, abbiamo sbagliato tante palle, tante giocate facili e abbiamo forzato la giocata a volte. Quello non lo dovevamo fare, perché dall’altra parte c’era una squadra forte che chiudeva tutti gli spazi ed era pronta a ripartire. Il Lecce appettava un nostro errore per partire in contropiede. Ho cercato di cambiare ma non abbiamo ottenuto grandi risultati. Secondo me abbiamo fatto meglio il secondo tempo rispetto al primo, ma dall’altra parte c’era un avversario forte per questa categoria che ha giocato sicuramente meglio.

Calò – Quando il centrocampo in generale non gira alla perfezione ne risente tutta la squadra. Non era un problema oggi del centrocampo, abbiamo sbagliato tanto in fase di possesso. Le ripartenze del Lecce sono nate tutte da palle perse, da palle forzate. Questo dobbiamo migliorare e lavorare tanto, perché quando troveremo delle squadre che si chiudono e ripartono dobbiamo essere bravi a non forzare la giocate. Oggi Calò era un po’ sottotono, ma non è stato l’unico.

Pareggio – Il Lecce ha giocato meglio di noi e ha avuto più occasioni. Bisogna riconoscere i meriti della squadra avversaria se oggi non siamo riusciti a fare quello che avevamo fatto nelle partite precedenti. Dobbiamo ripartire da questo punto. A Parma abbiamo fatto una grande prestazione ma siamo tornati con zero punti, oggi non abbiamo fatto una grande prestazione ma ripartiamo con un punto importante che muove la classifica. Da lunedì inizieremo a pensare alla prossima.

Morale – Il pareggio è importante, ma dobbiamo pensare che in ogni partita ci saranno delle difficoltà. Oggi ci sono state da parte nostra, dobbiamo continuare a lavorare perché siamo solo alla terza giornata. Non dobbiamo esaltarci dopo partite vinte e prestazioni come quelle con Alessandria, Parma o lo stesso Napoli. Così come non dobbiamo deprimerci se, come oggi, abbiamo trovato delle difficoltà. Dobbiamo continuare a lavorare perché ci saranno momenti di difficoltà in ogni gara e dovremo saperli gestire.