Tempo di lettura: 3 minuti

Benevento – Archiviata la prima sosta del campionato, la serie B del Benevento riparte dal “Ciro Vigorito“. Dopo il successo sull’Alessandria e la sconfitta di misura di Parma, il cammino dei giallorossi riprende dal Lecce. Sarà la sfida contro i salentini dell’ex Marco Baroni ad aprire il terzo turno del campionato cadetto. A presentare il match in programma domani sera, ore 20:30, è Fabio Caserta. L’allenatore calabrese, diramato l’elenco dei convocati, è intervenuto in conferenza stampa affrontando i seguenti temi.

GlikE’ tornato questa mattina e si è allenato a parte. Bisogna vedere come sta dal punto di vista fisico perché contro l’Inghilterra è uscito per un problemino. Nulla di grave ma bisogna vedere quanto ha recuperato. Deciderò domani.

ModuloA Napoli abbiamo giocato con un centrocampo a tre per gran parte della partita, il sistema è relativo. Dipende dalla caratteristiche dei tre centrocampisti

MonciniSta molto meglio, ha fatto bene anche a Napoli. Valuterà domani.

Lecce Penso sia una squadra forte e sarà una delle protagonista. Non considero la classifica, guardo la rosa che hanno a disposizione. Siamo solo all’inizio, dobbiamo capire che domani avremo di fronte una squadra forte.

EsterniGiocare con gli esterni a piede invertito può essere una soluzione, la adotterò anche più avanti dopo averlo fatto con l’Alessandria per una parte di gara e a Napoli.

ImprotaHa qualità importanti, può giocare in più ruoli. A Napoli ha giocato più nella zona nevralgica del campo perché ha qualità importanti.

PassatoHo ricordi stupendi di Lecce, una piazza calorosa e dove si vive benissimo. Una retrocessione fa sempre male, ma di società, ambiente e tifosi ho un ricordo bellissimo.

NapoliVoglio che nessuno pensi all’amichevole, non dobbiamo esaltarci. Entrambe le squadre hanno fatto esperimenti, è stata una bella serata, vincere a Napoli non capita tutti i giorni ma non dobbiamo pensarci. Dobbiamo migliorare e lavorare tanto, le vittorie e le grandi prestazioni aiutano a far crescere la consapevolezza.

GiovaniVanno trattati da giovani, devono lavorare e bisogna dargli del tempo. Dobbiamo essere bravi a gestirli perché il campionato di B è un torneo difficile. Sono ragazzi che hanno voglia di crescere e migliorare, sono sicuro che troveranno lo spazio per farsi notare.

FoulonE’ giovane, ha forza fisica e sa bene che deve migliorare in fase difensiva. I margini ci sono, lui lo sa e si applica. Potenzialmente può migliorare tanto.

Prima punta Sau e Moncini hanno caratteristiche diverse, sono due giocatori forti. Nessuno dei due è in vantaggio, valuterò in base a tante cose

Acampora Sta crescendo dal punto di vista fisico, piano piano si sta mettendo alla pari degli altri. Può giocare dall’inizio, ma le valutazioni le farò anche in base all’avversario. Possiamo giocare a due o tre, con o senza Acampora.

Lotta promozioneE’ difficile fare valutazioni, è troppo presto. Non ci son favorite, siamo solo all’inizio e i valori ancora non sono emersi.