Tempo di lettura: 3 minuti

Como – Le parole di Fabio Caserta al termine della gara di Serie B che ha visto il Benevento giocare sul campo della Cremonese. L’allenatore calabrese ha commentato la prestazione dei giallorossi, scesi in campo allo “Zini” per affrontare la formazione di Fabio Pecchia. Questi i temi affrontati dal tecnico della Strega dopo la sfida con i grigiorossi.

PareggioSono obiettivo, mi piace dire le cose che penso, oggi la squadra mi è piaciuta tantissimo per atteggiamento e voglia di lottare. Meritavamo i tre punti, ma dobbiamo partire dalla prestazione di una squadra che sa quello che vuole. Siamo sulla strada giusta anche se veniamo da tre pareggi che vanno analizzati. Contro la Cremonese abbiamo disputato una grande gara e dobbiamo ripartire da questo. Sono dispiaciuto perché volevamo i tre punti su un campo difficile, contro un avversario difficile.

CentrocampoFino a questa mattina ero indeciso sulla formazione, immaginavo una Cremonese che puntasse a inibire la nostra fonte di gioco. Ho optato sul doppio registrare per avere più soluzioni, alzando il tasso tecnico e qualitativo della squadra. In questi aspetti abbiamo fatto bene, in altri meno e dovremo andare ad analizzarli. Penso, ad esempio, che continuiamo a forzare la giocata, avendo i terzini molto alti poi rischiamo sulle ripartenze.

RientriViviani e Calò possono giocare insieme, Acampora ha le stesse caratteristiche, l’unico è Ionita che tende ad accompagnare maggiormente l’azione offensiva. Oggi l’ho visto stanco dopo gli impegni delle Nazionali e credo che il Benevento sia una delle squadre più penalizzate dalle soste, perché non riusciamo mai a lavorare per reparti. Cerchiamo di sopperire con la disponibilità dei ragazzi.

MonciniNel primo tempo si è dato molto da fare, aiutando in fase difensiva e venendo servito poco. Nella ripresa abbiamo giocato più in verticale, facendo arrivare più palloni agli attaccanti. Siamo mancati negli ultimi passaggi, siamo stati poco cattivi. Quando vieni a Cremona e crei tante palle gol, devi essere più bravo a sfruttarle. L’ultima palla gol l’ha avuta Di Serio, al quale io devo fare i complimenti perché è un giovane che non giocava da tanto tempo e si è fatto trovare pronto, dimostrando che posso contare su di lui

TrasferteLe squadre avversarie vengono a Benevento con un atteggiamento diverso, rispetto a quando giocano in casa. Non dobbiamo commettere l’errore di cercare subito il gol in casa, forzando la giocata e commettendo degli sbagli.

CrescitaLa condizione fisica per me è un fattore molto importante, correre più degli avversari è già un bel vantaggio. Se stai bene fisicamente riesci a sopperire alle lacune. Dobbiamo lavorare tanto come facciamo in settimana, secondo me questa squadra ha margini di miglioramento importanti perché ha calciatori di qualità che riescono a cambiare l’aspetto di una gara. Si possono commettere degli errori, ma sono errori di natura fisica, dobbiamo essere bravi a portare tutti i calciatori al massimo.

CosenzaTutte le partite sono difficili. Ne parlavamo con il presidente e il direttore, questo è un campionato difficile, la spunterà la squadra che avrà maggiore equilibrio dentro e fuori dal campo. Dobbiamo pensare a una gara per volta e sabato sarà una sfida ancora più difficile di questa. Ci dovremo far trovare pronti perché non sarà facile, chi gioca contro il Benevento lo fa mettendoci sempre quel qualcosa in più.