Tempo di lettura: 2 minuti

Castelpoto (Bn) – Vittoria schiacciante, primato e un poker di reti. C’è di tutto nella domenica speciale del bomber Luca Fuccillo che con le sue quattro reti ha trascinato il Castelpoto in vetta alla classifica. Grazie al roboante successo nello scontro diretto contro il Vitulano di questo pomeriggio (5-2), la formazione giallorossa ha completato la rimonta, balzando al comando proprio a spese dei rivali vitulanesi, i quali, a loro volta, tenevano in pugno il comando sin dalle prime giornate. “Bè, che dire, è stata una domenica davvero speciale sotto tutti i punti di vista. E’ superfluo aggiungere che sono felice, non tanto per la quaterna di gol che ho siglato, ma soprattutto per la vittoria e per il primato conquistato”. Luca Fuccillo, in sintesi, esprime il concetto di una squadra che, dal giorno del suo arrivo e dell’avvento in panchina di mister Cagnale, ha notevolmente invertito la rotta. “Ho trovato un grande ambiente, un gruppo stupendo e una società sana e ideale per chi crede ciecamente ad un progetto calcistico – sussurra Fuccillo -, ed è stato veramente facile inserirmi e trovare subito il giusto feeling con il resto dei compagni. Siamo una squadra compatta e matura, dove ognuno pensa solo ed esclusivamente al bene del Castelpoto e non alla gloria personale. La mentalità è quella giusta, insomma, abbiamo tutte le potenzialità e le qualità per poter continuare il resto del tragitto sulla stessa lunghezza d’onda”. La vittoria di oggi, dunque, come nuovo punti di partenza. “Ovvio che deve essere così – continua Fuccillo -, altrimenti significa gettare al vento tutto quello che di buono abbiamo fatto finora. Il campionato è lungo e difficile e noi dobbiamo fare in modo di approcciare le gare come abbiamo fatto oggi. In settimana l’abbiamo preparata bene, siamo scesi in campo con la voglia e la consapevolezza di poter fare e soprattutto di vincerla. E alla fine così è stato, visto che siamo stati protagonisti di una grande prestazione contro una grande squadra quale il Vitulano. Adesso bisogna soltanto continuare a lavorare con umiltà e affrontare le nostre avversarie con lo stesso spirito di come stiamo facendo da qualche tempo a questa parte”.