Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Si rimette in moto il centrodestra beneventano. Dopo settimane di silenzio, nel tardo pomeriggio odierno si sono ritrovati presso l’hotel Traiano i rappresentanti di Forza Italia (presenti il coordinatore provinciale Nascenzio Iannace, la consigliera comunale Anna Rita Russo e Leonardo Ciccopiedi), la Lega (con il neo coordinatore Pasquale Fiore e con Giulia Ocone), Benevento Libera (rappresentata da Luigi Bocchino e Alberto Mignone) e Mezzogiorno Nazionale (per il movimento di Viespoli c’era Gino Mazza). Ancora assente, invece, Fratelli d’Italia. Questa volta, però, a differenza degli incontri passati, dal tavolo sarebbe emersa la volontà di chiudere presto – certo entro maggio – la partita. I prossimi giorni saranno dunque dedicati alla stesura di una bozza di programma da portare in dote al candidato sindaco che poi, un po’ come sta accadendo nel centrosinistra, la integrerà e amplierà. Di nomi, come di consuetudine, ancora nessuno parla. Ma la sensazione è che non si ritornerà a ipotesi già avanzate e discusse nei mesi scorsi, come quella di Lucio Lonardo, per intenderci. Più facile, invece, che la coalizione possa fare sintesi su figure facilmente riconoscobili per l’elettorato del centrodestra beneventano. E in quest’ottica le suggestioni più forti, evidentemente, rispondono ai nomi di Sandro Nicola D’Alessandro e Pasquale Viespoli. Entrambi sono stati già ‘sondati’ nel recente passato ma senza fortuna. Non mancheranno, comunque, nuovi tentativi. E forse un nuovo tentativo sarà fatto anche per riportare al tavolo della coalizione Fratelli d’Italia. Ma dall’universo meloniano non arrivano, per il momento, segnali di dialogo.