Tempo di lettura: 2 minuti

Fabio Ceravolo è pronto a misurarsi nuovamente con la serie A, salutata al termine della stagione 2009/10, quella disputata con l’Atalanta. Vissuta un’annata da incorniciare in B, condita da tanti record e soprattutto dalla promozione ottenuta, l’attaccante del Benevento dimostra di avere ancora fame e voglia di successi.

La serie A mi è mancata. Vogliamo divertirci, sappiamo che non sarà un anno facile ma credo nella squadra e nei miei compagni. Sono felice di compiere questo viaggio col Benevento perché abbiamo meritato di arrivare dove siamo al termine di un campionato lungo e faticoso“, ha raccontato la “Belva” durante la cerimonia di consegna degli SportItalia Awards. L’attaccante di Locri ha poi svelato quali sono stati i segreti della Strega: “L’umiltà e il gruppo, due fattori che ci hanno sempre aiutato. Ho visto dei ragazzi ambiziosi e concentrati sullo stesso obiettivo. La società non ci ha fatto mancare niente e gran parte del merito va riconosciuto all’allenatore“.

Sarà tutta un’altra storia la prossima stagione. Il Benevento si ritroverà faccia a faccia con il gotha del calcio italiano e ci sarà bisogno della aiuto e del supporto di tutti i componenti della rosa, anche degli ultimi arrivati. “Coda? Deciderà il mister. Giocare insieme penso sia possibile me dipenderà da tante cose. La serie A è molto difficile, ci sarà bisogno di tutti e chi arriverà ci darà sicuramente una mano“, ha concluso Ceravolo, “ho notato grande entusiasmo per le sfide col Napoli, non vedo l’ora che ci sia il derby. Credo saranno partite amichevoli, non c’è tanta rivalità. Noi, comunque, vogliamo dimostrare la nostra forza“.