Tempo di lettura: 1 minuto

Benevento – Piazza Federico Torre completamente gremita per l’intervista dedicata ad uno degli chef più atipici della televisione italiana. Rubio, al secolo Gabriele Rubini, si è presentato per come il pubblico italiano lo conosce, senza pantalone e camicia ma con un pantaloncino e t-shirt a mettere in mostra i tanti tatuaggi che ha. Un ritorno a Benevento per il protagonista di “Unti e Bisunti” e “Camionisti in Trattoria”, visto che Rubio nel capoluogo sannita ci era già venuto da rugbysta. Aneddoto importante, questo, perché quando ha parlato del liquore Strega, ha dichiarato senza mezzi termini che “lo utilizzavo per ubriacarmi. Per quanto riguarda i dolci non saprei come usarlo, preferisco prima assaggiare i dolci di Benevento”. 

Chiacchierata piacevole, utile a ripercorrere la carriera del giovane chef, diventato un sex symbol, anche se a riguardo lui si schernisce: “Io sono me stesso, ci sono tanti bei ragazzi in giro, così come ho visto che ce ne sono tanti a Benevento”.