Tempo di lettura: 3 minuti

Napoli – Dopo circa un anno e mezzo di reggenza e dopo una serie di rinvii legati alla pandemia, la Cisl Irpinia Sannio ha il suo nuovo segretario generale, Fernando Vecchione già segretario generale della Fai Cisl IrpiniaSannio, eletto all’unanimità nel corso del Consiglio generale, tenutosi da remoto, alla presenza della leader della Cisl Campania Doriana Buonavita e del segretario generale Cisl Luigi Sbarra. Completano la squadra della segreteria Daniela Cucciniello della Felsa e Sonia Iasiello del Pubblico Impiego. La presenza di Buonavita insieme a quella di Sbarra confermano~l’importanza che la Cisl a livello nazionale e regionale pone verso la struttura territoriale e le zone interne, verso le quali, per la Buonavita, è quanto mai necessario, in questo momento, ci sia la stessa attenzione dellealtre aree dell’Italia.

“I molteplici cambiamenti con i quali ci dovremo confrontare~nell’immediato futuro, anche in vista delle risorse europee – ha affermato – potrebbero diventare una grande opportunità. Occorre una nuova strategia di intervento che abbia le comunità locali al centro del dibattito sullo sviluppo locale, che spezzi il loro isolamento e che adotti un piano di sviluppo territoriale in grado di attrarre nuovi investimenti e risollevare l’economia del territorio. Il tutto con il coinvolgimento dei corpi intermedi in corso d’opera, laddove le strategie e le decisioni possano avere più ampio respiro e tempo di attuazione. Questo è il ragionamento che stiamo portando avanti con la Regione Campania”.

“La Cisl IrpiniaSannio – ha dichiarato il neo segretario Vecchione – rinnovando la propria leadership ha confermato l’importanza dell’ organizzazione all’interno del tessuto socio-economico delle province di Avellino e Benevento, ed ha rimarcato l’importanza della presenza femminile all’interno delle organizzazioni e delle istituzioni locali nei posti di appannaggio maschile. Lavorerò per una Cisl capace di dialogare in modo costruttivo con le istituzioni, con le organizzazioni di rappresentanza datoriale, senza mai dimenticare la propria mission di sindacato dei lavoratori, dei pensionati ed anche di chi il lavoro lo ha perso o continua a cercarlo in modo incessante. Un sindacato – ha proseguito Vecchione – che offre servizi adeguati ai tempi e soprattutto di qualità che danno lustro alla nostra intera organizzazione in aree particolari come queste interne. La Cisl IrpiniaSannio da oggi si interfaccia ancora di più con chi percepisce il “lavoratore” come una forza, una opportunità, una garanzia per la crescita. La nuova Cisl dell’Irpinia e del Sannio sarà sempre al fianco di chi ha bisogno di tutela e di chi crede nei valori dell’unità e dell’eguaglianza. Questo sarà il mio impegno e quello della mia segreteria per il mandato conferitomi dal Consiglio generale”.