Tempo di lettura: < 1 minuto

Benevento – C’è primo risultato positivo nella vicenda riguardante il posizionamento dell’impianto di trattamento dell’aria sul tetto del Teatro Comunale al Corso Garibaldi. Il Soprintendente alle Belle Arti, Gennaro Leva, ed il responsabile del Provveditorato, Umberto Musco, hanno effettuato un sopralluogo al Comunale per verificare lo stato dell’arte.

Il mega-impianto, con le due grandi bocche di aerazione puntate verso il palazzo che si confronta con il Teatro, ha effettivamente un impatto visivo notevole anche per chi si trova nella buffer zone, ovvero accanto all’ingresso della Chiesa di Santa Sofia e del Museo del Sannio. Leva e Musco hanno convenuto sul punto ed hanno deciso che l’impianto debba essere posizionato altrove con i dovuti accorgimenti per dissimularne la presenza.

In sostanza il condizionatore sovrasta di almeno un paio di metri il muretto del terrazzo. Del resto è stato fatto notare che il posizionamento attuale era solo provvisorio. In ogni caso la Soprintendenza valuterà la possibile soluzione alternativa in tempi brevi, probabilmente una decina di giorni. Ci vorrà comunque un nuovo parere della Soprintendenza per agire.  Intanto i lavori di ristrutturazione dello storico complesso sono attualmente sospesi, ma si spera che l’inaugurazione del nuovo Comunale possa avvenire la prossima primavera.