Dal Comune 20mila euro al centro “E’ più bello insieme”, ma il clima resta gelido

Dal Comune 20mila euro al centro “E’ più bello insieme”, ma il clima resta gelido

Tempo di lettura: 2 minuti
Benevento – Riunione tecnica presso il Comune di Benevento per stabilire la destinazione e l’utilizzo di circa 61mila euro stanziati dalla Regione Campania a favore dell’Ambito territoriale B1. La riunione, presieduta dal vice sindaco del capoluogo Oberdan Picucci, ha visto la presenza anche dell’assessore comunale ai Servizi Sociali Anna Orlando e si è conclusa con la presa d’atto che il fondo verrà diviso in parti eguali per i servizi socio-assistenziali e per quelli socio-sanitari.
 
Inoltre  la riunione ha preso visione della delibera della Giunta comunale avente per oggetto la messa a disposizione dell’immobile da destinare al centro polifunzionale per disabili. Si è deciso di affidare tutto al coordinatore  amministrativo di avviare l’iter burocratico per l’affidamento dello spazio. Al centro del summit odierno – che ha coinvolto anche i rappresentanti del Comune di  Ceppaloni, di Apollosa e Arpaise –  la quota della regione Campania, circa 61 mila euro, a favore dell’Ambito B1.
 
“Destineremo il 50% ai servizi socio-sanitari, l’altra metà verrà destinata ai servizi socio assistenziali. Circa 20 mila  euro al centro polifunzionale “E’ più bello Insieme” e altri 10 mila all”assistenza domiciliare”, ha dichiarato Picucci.  La Cooperativa vincitrice dell’appalto potrà dunque continuare ad erogare i servizi a favore dei disabili assicurati. Da noi interrogato sull’eventualità che la disposizione scaturita in mattinata al termine dell’incontro dell’Ambito Territoriale possa significare una riapertura di porte verso i gestori del Centro “E’ più bello insieme” di via Firenze dopo le roventi polemiche di questi giorni, il vice sindaco Picucci ha risposto sibillino: “Io non apro e non chiudo le porte a nessuno”.  Infine sulla polemica con la Regione Campania lo stesso Picucci ha sottolineato: “Il mio rammarico è che siamo costretti a discutere di cifre che sono sicuramente irrisorie rispetto alle esigenze in questione. Parliamo di un settore che meriterebbe ben altra attenzione e ben altri riconoscimenti economici”.


Scarica la nostra App
Disponibile su Google Play




Commenti