Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli – La Giunta Regionale della Campania attraverso la delibera n°282, pubblicata sul BURC, ha approvato i criteri di riparto per l’anno 2018 delle risorse da attribuire e trasferire alle 20 Comunità Montane della Campania. Rispetto all’anno passato diminuisce il totale delle risorse: da 17.389.841,42 milioni di euro del 2017 si scende a 14.544.010.89 milioni del 2018.

Tagli a tutte e 20 le Comunità Montane e dunque anche alle 3 che ricadono nel territorio della Provincia di Benevento: Titerno-Alto Tammaro che comprende 17 comuni (Campolattaro, Castelpagano, Cerreto Sannita, Circello, Colle Sannita, Cusano Mutri, Faicchio, Guardia Sanframondi, Morcone, Pietraroia, Pontelandolfo, Reino, San Lorenzello, San Lupo, San Salvatore Telesino, Santa Croce del Sannio, Sassinoro);

Taburno che comprende 12 comuni (Arpaia, Bonea, Bucciano, Cautano, Forchia, Frasso Telesino, Moiano, Paolisi, Sant’Agata de’ Goti, Solopaca, Tocco Caudio, Vitulano);

Fortore composta da 12 comuni (Apice, Baselice, Buonalbergo, Castelfranco in Miscano, Castelvetere in Val Fortore, Foiano di Val Fortore, Ginestra degli Schiavoni, Molinara, Montefalcone di Val Fortore, San Bartolomeo in Galdo, San Giorgio La Molara, San Marco dei Cavoti).

Nel dettaglio, alla Comunità Montana Titerno – Alto Tammaro per l’anno corrente sono state attribuite risorse per 1.019.293,31 milioni di euro, quasi 200.000 euro in meno rispetto al 2017.

Alla Comunità Montana del Taburno invece si passa dai 1.525.047,04 milioni di euro del 2017 ai 1.275.474,58 milioni di euro del 2018.

Tagli anche per la Comunità Montana del Fortore. Lo scorso anno furono poco più di 770 mila euro i fondi ricevuti dalla Regione. Per il 2018 si scende a 645 mila euro. 

Tra le 20 Comunità Montane è quella del Tanagro e Alto e Medio Sele ha ricevere maggiori risorse: 1.470.941,07 milioni di euro. Fanalino di coda invece con 58.728,33 euro quella dei Monti Picentini.