Tempo di lettura: 3 minuti

Quasi una lettera aperta. In vista dell’incontro convocato da Mastella per lunedì prossimo, e volto a organizzare al meglio l’attività di contrasto al Covid in vista di un mese importante date le festività natalizie, il presidente della Confcommercio Benevento Nicola Romano ha inviato all’attenzione dell’opinione pubblica le proposte che porterà al tavolo di palazzo Mosti.

Scrive Romano: “Gentilissimo Sindaco, on Clemente Mastella, riceviamo invito di partecipazione al tavolo di concertazione indetto per il prossimo lunedì, 30 nobrmbtr, inerente le misure e proposte anti pandemia.
Attestata l’urgenza e l’importanza della problematica da trattare, si ritiene opportuno anticiparLe le nostre richieste/proposte e, nel contempo, già far conoscere le stesse, a mezzo stampa, a tutti gli interessati; quanto proposto dalla scrivente Organizzazione è rispettoso delle ultime disposizioni governative scaturenti dalle preoccupazioni in corso al riguardo del Covid-19, addirittura prevedendo anche inasprimenti in ragione del fatto che ulteriori lockdown generalizzati non potrebbero più essere economicamente sopportati dagli operatori commerciali.
Diviene indispensabile, pertanto, un piano di coordinamento e sicurezza intelligente e dettagliato al fine di scongiurare situazioni di assembramenti soprattutto per le vie del centro per cui i controlli devono essere serrati perché non si può rischiare soprattutto il sabato e la domenica.
Proponiamo, in via generale:
a) Obbligo di mascherina, anche all’aperto, nelle strade e nei luoghi di maggior
affluenza;
b) Obbligo dell’uso di tutte le misure, preventive, anti contagio per tutti gli addetti a
diretto contatto con il pubblico;
c) Presenza contingentata all’interno delle attività aperte al pubblico.
All’Amministrazione comunale chiediamo di valutare i seguenti aspetti:

  1. Evitare, con l’istallazione degli addobbi natalizi, di creare aree o quartieri con maggior indice di attrattività, come già chiesto in una nostra precedente nota, distribuendo equamente sull’intero perimetro urbano le risorse economiche all’uopo a disposizione;
    2. Concedere libertà di orari a tutte le attività, soprattutto a quelle operanti nel circuito
    della “movida” quali ristoranti, bar, pizzerie, pub, etc etc : ciò per meglio gestire l’affluenza;
    3. Stipulare convenzione, finanziariamente a carico dell’Amministrazione comunale, con società di vigilanza privata e concedere agli operatori economici di determinati settori merceologici che ne faranno richiesta, per un massimo di 4 giorni, la possibilità di poter usufruire dei servizi di guardiania giurata per meglio controllare affluenza e idoneità d’ingresso nella propria attività: esempio profumerie, gioiellerie, coloniali, attività movida, etc etc ;
    4. Prolungare l’orario operativo di tutti i mezzi pubblici per la mobilità urbana nei giorni festivi e prefestivi dal 1 dicembre al 9 gennaio p.v..
  2. Siamo certi che solo con una condivisa presa di coscienza delle problematiche in atto si potranno scongiurare ulteriori necessari, penalizzanti provvedimenti da parte degli Organi governativi preposti al controllo che saranno chiamati ad agire a difesa della salute di tutti i Cittadini.