“La Costituzione dei ragazzi”: premiata la scuola Madre Orsola Mezzini

Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Giovedì 7 febbraio, nella sala conferenze del Palazzo della Consulta a piazza del Quirinale, gli alunni della quinta classe della scuola primaria Madre Orsola Mezzini di Benevento hanno ricevuto dal Presidente della Corte Costituzionale, Giorgio Lattanzi, e dal Ministro dell’istruzione, Marco Bussetti, una menzione speciale, per il rap presentato al concorso nazionale “ LA COSTITUZIONE DEI RAGAZZI”. Il concorso è stato bandito dal MIUR nel 2018 ed era rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, nell’intento di offrire alle studentesse e agli studenti un’occasione di riflessione e confronto sulla nascita della Repubblica e sull’importanza della Carta Costituzionale nella crescita di un’Italia democratica.
I bambini hanno ideato il brano dal titolo “ La Costituzione ci RAPpresenta”, una rivisitazione rap dei principi fondamentali della Carta Costituzionale. Il testo in rima è stato composto dagli alunni a seguito di un percorso storico linguistico di approfondimento e di interiorizzazione del testo costituzionale che li ha visti coinvolti e partecipi. La commissione esaminatrice ha ritenuto il testo meritevole di menzione speciale perché affronta il tema in oggetto in modo originale, creativo, significativo.
La cerimonia di premiazione, nella splendida sede del Palazzo della Consulta, alla presenza delle più alte cariche della Corte costituzionale e del MIUR , ha regalato agli alunni della grandi emozioni. Nell’attesa del ritiro dell’ambìto riconoscimento, i bambini hanno conversato con uno dei Giudici della Corte e sono stati intervistati dai giornalisti Rai, sentendosi protagonisti della giornata ed onorati di appartenere alla rosa delle sei scuole scelte in tutta Italia.
Complimenti per il meritato successo ai piccoli studenti sanniti :
Sofia Caporaso, Giuseppe Maria De Lorenzo, Carlo Maria Del Prete, Chiara Iscaro, Antonio Lepore, Marta Perugini, Andrea Rillo, Aurora Salierno, Francesco Spina, Luisa Villani.