Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Si è tenuto nel pomeriggio di oggi, presso la Prefettura di Benevento, un vertice istituzionale per monitorare la situazione sul territorio e per fare il punto sulle misure da predisporre rispetto ad un’ipotetica emergenza coronavirus.

Al tavolo, tra gli altri, erano presenti il Prefetto di Benevento, dott. Francesco Antonio Cappetta, il direttore sanitario dell’Asl Gennaro Volpe, il questore Luigi Bonagura, il vicesindaco di Benevento Maria Carmela Serluca, il comandante della Guardia di Finanza di Benevento, Michele Intelisano ed il comandante provinciale dei Carabinieri, Germano Passafiume e il Direttore Generale del San Pio, Mario Ferrante. 

“Nel Sannio la situazione è assolutamente sotto controllo”, così il Prefetto di Benevento a margine del vertice.

“In provincia di Benevento non ci sono stati casi accertati di infezione – ha continuato il Prefetto – pertanto ad oggi non sussiste un particolare stato di preoccupazione; ad ogni modo, di concerto con il direttore generale dell’Asl, abbiamo stabilito una linea generale d’azione. In questa fase, che definirei preventiva, è importante rispettare le disposizioni che ci sono pervenute al fine di evitare che si ingeneri allarme sociale.

Abbiamo altresì intensificato le attività di controllo per evitare che si possano verificare episodi di sciacallaggio sulla vendita delle merci”. 

Alle parole del Prefetto fanno eco quelle del Direttore Sanitario dell’Asl Gennaro Volpe: “Stiamo affrontando la situazione con la massima tranquillità, in questo momento non vi sono situazioni di criticità e stiamo continuando l’azione di monitoraggio su quelle poche persone che hanno fatto rientro dalle zone ‘focolaio’.

Abbiamo applicato tutte le ordinanze ministeriali – ha aggiunto Volpe – e siamo in attesa di un’ulteriore disposizione regionale che predisporrà l’attivazione di nuovi laboratori per l’erogazione dei tamponi necessari ai test di verifica sull’eventuale presenza della malattia”.

Infine, le parole del Direttore Generale del San Pio Mario Ferrante: “Abbiamo chiesto al Prefetto la possibilità di dotarci di una tendostruttura per fare triage all’esterno della struttura ospedaliera, in prossimità del Pronto Soccorso. Il Prefetto si è subito adoperato a riguardo, contattando la Protezione Civile Nazionale e l’Esercito, e contiamo di avere presto tale tendostruttura in modo da poter analizzare eventuali casi sospetti in ambiente isolato”.

Confermata per domani mattina alle ore 12:00 assemblea dei sindaci della Provincia.