- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

Nello splendido scenario del cortile di Palazzo De Simone, per Cultura in Cortile, l’Università degli Studi del Sannio il 29 maggio alle ore 18 apre le porte del prezioso Fondo Antico della sua Biblioteca Centrale. Teologia, storia locale, storia dell’arte, stregoneria, geografia, diritto, filosofia, scienze naturali, matematica, economia, medicina, sono solo alcuni degli ambiti in cui si collocano le centinaia di testi di questo Fondo che vanta anche l’importante donazione degli eredi del prof. Domenico Demarco. UNISANNIO ha terminato di inventariarlo e ora arricchisce l’offerta culturale del territorio. Accompagnati dalla dott.ssa Maria Rosaria Bacchini, bibliotecaria e perita esperta di libri antichi, gli ospiti affronteranno un viaggio nel tempo tra volumi carichi di fascino, ascoltando le storie che raccontano e le vicende che li hanno condotti sino a noi. Il personale della Biblioteca, con la responsabile Domenica Caridei e con Anna Campese, Valeria di Dio e Nazario Lollo, offrirà a tutti i presenti l’occasione di osservare da vicino e sfogliare alcuni dei più pregiati volumi, mostrando loro le suggestive iconografie e le tecniche di legatura, accanto alle tante annotazioni e piccole curiosità che custodiscono. 

Maria Rosaria Bacchini, già direttrice della Biblioteca di area di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, si è negli anni formata come specialista di libri e manoscritti antichi e con tale qualifica è iscritta all’Albo dei periti del Tribunale di Napoli. È stata responsabile di vari progetti finanziati dalla Regione Campania per il restauro del patrimonio librario e per la compilazione di cataloghi bibliotecari, e ha coordinato il “Progetto Archivio” della Biblioteca della Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale tra il 2010 e il 2011. Questa intensa attività professionale si associa ad una costante produzione scientifica sulle riviste di settore e ad incarichi di insegnamento sia nei corsi di laurea dell’Università “Federico II” che per la formazione e l’aggiornamento professionale del personale bibliotecario. Per UNISANNIO ha realizzato la stima dell’intero Fondo Antico della Biblioteca Centrale.