Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Per i colori giallorossi del Benevento Calcio il momento è tutt’altro che felice in serie A, ma ci sono tre sanniti che si stanno facendo valere in terza serie e si sono regalati un weekend da ricordare. Alessio Curcio, Walter Zullo e Carmine Giorgione hanno strappato applausi ed encomi provando a trascinare Arzachena, Pistoiese e Albinoleffe verso il successo nei rispettivi impegni di campionato. All’Arzachena di Curcio non è andata bene contro il Siena, ma il numero dieci beneventano si è inventato in apertura di match un gol spettacolare. Al secondo minuto ha recuperato palla sulla trequarti offensiva, si è involato verso la porta, si è accentrato portandosi la palla sul destro e ha battuto l’ex giallorosso Pane con una conclusione imparabile. Il gol non sarà valso la vittoria, ma è una perla che va vista e rivista e rappresenta il nono centro in questo torneo di C con la maglia della squadra sarda.  

Decisiva la giocata di Walter Zullo nel derby Pistoiese-Arezzo. Il difensore sannita si è reso autore di una pennellata su calcio di punizione per la testa di Regoli al 26′ della prima frazione. Una traiettoria perfetta dal versante destro del settore offensivo, un cross che non aspettava altro se non l’appuntamento con l’incornata del compagno di squadra per l’uno a zero che è stato anche il risultato finale. Stessa sorte per Giorgione dell’Albinoleffe, che nonostante l’espulsione al 92′ per proteste ha dato un grandissimo contributo per la vittoria della sua squadra nel posticipo con il Renate. Lo zampino di Giorgione è visibile in occasione del gol del definitivo due a zero. Sua la punizione dalla sinistra per la sponda di Agnello che ha liberato Sbaffo per la rete del raddoppio. Un gol che ha rilanciato le quotazioni dell’Albinoleffe in zona play off ma che ha anche coronato una grande prestazione della squadra allenata da Alvini.

 

(Nella foto Walter Zullo. Ph Niccolò Parigini, pistoiese1921.com)