Tempo di lettura: 2 minuti

“Tecnologia, edilizia e infrastrutture, ma anche sicurezza, viabilità e trasporti rappresentano i settori fondamentali per lo sviluppo del Paese che può tornare a correre anche sbloccando i lavori pubblici”. Così il sottosegretario Umberto Del Basso De Caro che questa mattina a Verona ha partecipato all’inaugurazione della 30ª edizione di Samoter, salone internazionale delle macchine movimento terra, da cantiere e per l’edilizia.

“In particolare – ha aggiunto il Sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti– il tema delle opere pubbliche è strategico per il settore delle costruzioni che in chiave di ripresa potrebbe valere ben 3 punti di Pil, cioè circa 25 miliardi di euro”.

Nel corso del suo intervento, inoltre, l’esponente sannita del governo Gentiloni ha sollecitato l’impegno degli Enti Locali per mettere in sicurezza il territorio: “L’Italia ha problemi evidenti di dissesto idrogeologico con zone ad alto rischio sismico. Sul dissesto idrogeologico noi abbiamo la Struttura tecnica di Missione che è insediata presso la Presidenza del Consiglio e che ha anche una buona dotazione economica. Una struttura – ha evidenziato Del Basso De Caro – che può approvare e finanziare progetti che siano esecutivi e cantierabili, occorre dunque che le amministrazioni abbiano progetti in grado di partire e non di essere finanziati per partire dopo 4-5 anni. Dobbiamo sveltire la manovra altrimenti allochiamo risorse e non riusciamo neppure a spenderle. La divaricazione che oggi c’è nel settore e che noi cerchiamo di allineare – ha concluso il Sottosegretario al Mit – è quella di spendere le risorse che abbiamo”.