Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Proseguono le iniziative legate al progetto “Disability Friendly”, la rete territoriale atta a sostenere il progetto di vita degli alunni diversamente abili, specie quelli affetti da sindrome di spettro autistico. Un processo di inclusione che ha mosso i primi passi e lo ha fatto in maniera decisa, cercando, in primis, di rendere consapevoli tutti di cosa si sta parlando, e poi inserire questi studenti speciali in un circuito che possa farli esprimere nel modo migliore. E come spesso accade, in circostanze come queste, è l’arte a fare da traino per gli alunni che hanno modo di esprimere i propri stati d’animo e la propria voglia di far conoscere le proprie abilità. “I colori delle parole” ha proprio avuto questo scopo. Una creazione di vere e proprie opere che hanno messo in mostra qualità e creatività degli studenti. Tele messe in mostra dai commercianti nella prima parte del progetto, per poi terminare il proprio percorso al centro commerciale Buonvento dove sono rimaste in esposizione per sette giorni. E questa è stata l’occasione per cercare di avvicinare quante più persone è possibile con l’idea di farsi un selfie vicino alle opere. Una sorta di contest utilizzando il mezzo più conosciuto che ci sia, il telefonino. E di foto ne sono state postate tante. Dai semplici curiosi a chi, invece, il problema lo conosce bene, passando per chi ha voluto semplicemente dare il proprio contributo in termini di presenza. Insomma un successo. E questo è testimoniato dal fatto che il progetto va avanti con nuove iniziative perchè è importante non fermarsi adesso e continuare a far conoscere la questione. Tanti gli appuntamenti in agenda per gli organizzatori e tante le cose che si possono e si devono ancora fare. Il progetto “Disability Friendly” ha fatto breccia, gli studenti si sentono coinvolti e hanno trovato terreno fertile nel cuore dei tanti che hanno deciso di partecipare all’iniziativa semplicemente con un click.