Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – In queste settimane il presidente De Luca continua a parlare di una sanità regionale eccellente eppure in provincia di Benevento i cittadini e gli operatori sanitari subiscono una disorganizzazione gestionale nota a tutti.

Molti utenti ci hanno segnalato in questi giorni i disagi per l’annullamento delle prenotazioni, tutte visite che i pazienti scoprono di non poter fare direttamente quando si recano presso gli ambulatori, quindi senza neppur un minimo di preavviso. A Benevento, ad esempio, l’organico dell’ambulatorio di Via 24 Maggio negli ultimi due anni è stato privato, tra spostamenti e dimissioni, di una decina di dipendenti e quei pochi rimasti sono chiamati a far fronte a un carico di incombenze di responsabilità così pesante che porta a un pericolo abbassamento della qualità delle prestazioni sanitaria!“.

A lanciare l’allarme sulla situazione caotica che gli operatori sanitari dell’ASL stanno vivendo è Domenico Mauro, commissario provinciale di Forza Italia.

Vorrei anche rammentare che nonostante i proclami e gli annunci che avevano accompagnato il raggiungimento dell’accordo con le sigle sindacali per l’attribuzione delle progressioni economiche orizzontali al personale dipendente, ancor’oggi siamo fermi alle solite promesse. Oltre al danno delle mancate progressioni orizzontali ai dipendenti è stata anche tolta l’opportunità di vedersi in busta paga, dopo i mesi difficili dell’emergenza sanitaria, la retribuzione di risultato di giugno e quasi sicuramente anche di luglio”.

Mentre il nostro territorio è penalizzato da una gestione della sanità pubblica che mina fortemente il diritto costituzionale alla salute, il presidente della Regione Campania ogni santo giorno non perde occasione per raccontare la favola di una sanità regionale esempio di eccellenza in tutta Italia”.