- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa a firma di Floriana Fioretti, capogruppo del Pd di Benevento.

La decisione dell’Asia di sopprimere l’ecopunto in contrada Cretarossa dallo scorso 4 maggio ha generato forti malumori per i residenti della contrada stessa, costretti, alle porte dell’estate, a trasportare l’immondizia in altri ecopunti videosorvegliati ovvero quelli situati in via Novelli (zona Capodimonte) e Piano Cappelle. Sarebbe interessante comprendere come mai solo l’ecopunto di San Cumano in c/da Cretarossa non sia videosorvegliato, vista la decisione di contrastare gli sversamenti abusivi di cumuli e cumuli di immondizia lasciati quasi sempre da cittadini incivili e molto spesso non residenti.
L’avviso dell’Asia ha generato peraltro grande confusione visto il permanere a tutt’oggi dei carrellati della raccolta differenziata in loco.
La situazione degli Ecopunti trasformati in discariche a cielo aperto nelle contrade di Benevento è gravissima.
Confidiamo nella tempestiva attivazione ed utilizzo delle risorse PNRR di cui ha beneficiato l’Asia per realizzare aree che saranno attrezzate, recintate e sorvegliate.
Occorre però fare presto e nel frattempo soprassedere sulla decisione di chiudere l’ecopunto di Cretarossa. Non è pensabile, infatti, far ricadere sulle spalle dei cittadini delle contrade – già troppo spesso penalizzati in termini di servizi e opportunità – le colpe dei propri ritardi e delle proprie inefficienze.