Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Di seguito le dichiarazioni di Nascenzio Iannace e Antonio Reale sulle regionali nel Sannio.

E’ un risultato che rivendichiamo con orgoglio” così Nascenzio Iannace, coordinatore di Forza italia, commenta i dati del partito nel SannioForza Italia ha raggiunto nel Sannio la percentuale più alta di tutta la Campania, nonostante sia arrivata a queste regionali in condizioni tutt’altro che ottimali: Mastella, che fino al periodo pre covid si accreditava come maggior azionista del centrodestra aveva abbandonato il campo a partita in corso, facendosi seguire da tanti amministratori. I sondaggi ci accreditavano ben distanziati da altri partiti della coalizione, e invece siamo tutti in pochi punti percentuali. Un risultato raggiunto senza amministratori, e giocando voto su voto guardando in faccia alle persone: i numeri dicono che Forza Italia c’è e c’è spazio per un centrodestra moderato. Agli elettori, ai candidati, agli esponenti di circolo, ai dirigenti di forza Italia, al vice coordinatore regionale Francesco Maria Rubano, al al vice sindaco di Ceppaloni Cataudo, agli amministratori comunali tutti, il mio sincero grazie: il loro voto costituisce un invito importante ad andare avanti nella costruzione di una casa per i moderati del Sannio che non vogliono svendersi“.

Ringrazio gli amici e gli attivisti per lo splendido lavoro svolto sul territorio” Antonio Reale, per Forza Italia rivolge il suo grazie ai candidati del partito azzurro in provincia di Benevento: “Ci siamo dovuti riorganizzare dopo tradimenti e abbandoni, ma non ci siamo dati per vinti e abbiamo fatto bene. Domenico e Annarita hanno fatto una splendida corsa, grazie a tanti amici che hanno premiato la coerenza e la lealtà. Ci davano per scomparsi e invece siamo lì, sugli stessi numeri di partiti che venivano accreditati molto più avanti di noi. Abbiamo superato i mille voti in città: un dato eloquente. Ringraziamo gli elettori, gli attivisti, i dirigenti del partito e ovviamente i candidati: consideriamo questo risultato un punto di partenza di quel centrodestra vero, che non tradisce, che è leale e coerente coi propri valori“.