Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Il Presidente della Provincia, Antonio Di Maria, ed il Sindaco di Benevento, Clemente Mastella, hanno indetto per il giorno 19 dicembre 2019, alle ore 17.00, presso l’Auditorium “Gianni Vergineo” del Museo del Sannio in piazza Giacomo Matteotti del capoluogo sannita, la Conferenza Stampa di presentazione del Girone di Qualificazione ai Campionati Mondiali di Pallamano Maschile “Egitto 2021”.

Le gare di Qualificazione si svolgeranno a Benevento dal 10 al 12 gennaio 2020 al PalaTedeschi di via Rivellini.

L’individuazione di questo grande impianto polifunzionale di Benevento per le sfide tra le Nazionali di Italia, Romania, Kosovo e Georgia, inserite nel Gruppo 3 di qualificazione ai Mondiali, nasce da una intesa tra Provincia, proprietaria del PalaTedeschi, ed il Comune capoluogo.

La Nazionale maschile di Pallamano scenderà in campo per la prima volta nella città sannita, tornando però in Campania a vent’anni esatti di distanza dall’ultima apparizione; d’altra parte, il nostro Paese ospiterà per la seconda volta questa fase di qualificazione, che, peraltro, oggi rispetta una diversa fomula rispetto al passato.

Una sola delle quattro squadre Nazionali che si sfideranno al PalaTedeschi il prossimo gennaio conquisterà il lasciapassare per l’appuntamento in Egitto del 2021.

Fu l’allora Presidente della Provincia di Benevento Luigi Maria Tedeschi a proporre nel 1983 la realizzazione di un impianto sportivo in Città, indicandolo con il nome di “PalaSannio”.

L’idea del Presidente fu ratificata il 30 giugno 1983 dal Consiglio Provinciale di Benevento, che provvide anche ad approvare i relativi mutui con l’Istituto per il Credito Sportivo per finanziare la costruzione.

Il Comune di Benevento individuò l’area insediativa accanto allo Stadio di calcio (all’epoca non ancora intitolato a Ciro Vigorito) nella contrada Santa Colomba, con accesso principale sulla strada successivamente intitolata ad Antonio Rivellini, già Sindaco della Città.

L’idea urbanistica era quella di realizzare una vera e propria Cittadella dello Sport nella zona di Santa Colomba: difatti, oggi accanto al PalaTedeschi, insiste la sede del Coni provinciale.

L’impianto fu inaugurato il 28 novembre 1988 ed intitolato, per decisione del Consiglio Provinciale, il 7 marzo 2003 allo stesso Presidente Tedeschi, scomparso alcuni anni prima.

L’Ospite più illustre del PalaTedeschi fu Papa Giovanni Paolo II che incontrò i giovani proprio in quella struttura nel corso della sua Visita pastorale in Città il 2 luglio 1990.

Le ultime gare di manifestazioni a carattere internazionale che si sono svolte al PalaTedeschi sono state quelle di un Girone di qualificazione delle Universiadi 2019.