Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa della F.A.S.I.

Il Presidente Claudio Coppola della F.A.S.I., tiene in modo particolare a rendere pubblico l’incontro avvenuto in data 23 Febbraio tra la delegazione della Segreteria Nazionale ed il Direttore dell’Area Emergenze Nazionale delle Misericordie d’Italia, Gionata Fatichenti. Nell’incontro sono state discusse le problematiche riguardanti i lavoratori attualmente impiegati nello svolgimento del servizio di Emergenza Sanitaria 118 di Benevento e provincia.
Il Direttore ha precisato che la Misericordia , suo malgrado, vive una situazione di forte disagio poiché ha ricevuto il pignoramento dei conti correnti tramite i legali di terzi e se sbloccati, permetterebbe alla Misericordia di onorare l’accordo tenutosi mesi fa con i lavoratori per le relative spettanze.
Con questa nota la FASI vuole rassicurare tutti coloro i quali si sentono “traditi” dalla Misericordia ma “assumendoci tutte le relative conseguenze di quanto affermiamo, cosi non è. Difatti c’è stata ampia disponibilità e collaborazione nel risolvere le problematiche dei lavoratori che da mesi aspettano di ricevere le proprie spettanze.
Abbiamo constatato che Misericordia, Anpas Campania e Croce Rossa Italiana si sono mostrate disponibili al dialogo“.
La FASI si augura che nel prossimo futuro, mettendo in campo tutti i mezzi della prassi, possa sedersi al tavolo della contrattazione di secondo livello in quanto ormai è cosa nota che non tutti i lavoratori del servizio in oggetto risultano essere iscritte con le OO.SS. firmatarie. Molti, infatti, hanno intrapreso la strada di farsi rappresentare da OO.SS. non firmatarie e questi ultimi meritano ugualmente di essere rappresentati e tutelati.
Un appunto doveroso va fatto, inoltre, sulla tematica resa pubblica in merito agli stipendi erogati da Anpas in modo fallace. Difatti per la stragrande maggioranza dei lavoratori in forza a quest’ultima, la mensilità percepita non risulta essere congrua ed allineata con le altre spettanze erogate da parte delle altre componenti dell’ATS”.
La FASI nella figura del Presidente ha già chiesto ed ottenuto un incontro volto alla risoluzione di tale problematica con il Direttore di Anpas Campania Egidio Ciancio, il quale sin dalle prime battute si è dimostrato disponibile e propenso al confronto e risoluzione della problematica e di tutte quelle che nel mentre dovessero essere portate alla sua attenzione. Difatti è opinione diffusa e condivisa sia all’interno dei vertici dell ’ATS che della scrivente OO.SS. la ferma convinzione che tramite il dialogo ed il confronto sereno tra le parti, poche possono saranno le problematiche irrisolvibili”.