Tempo di lettura: 3 minuti

Benevento – La Compagnia Balletto di Benevento, diretta da Carmen Castiello, torna protagonista nella splendida cornice del Teatro Romano in occasione della seconda edizione di Eternità”, dedicata a Dante Alighieri e al suo viaggio nel mondo ultraterreno. 
Lo spettacolo, inserito nel ricco cartellone della rassegna “Benevento con Dante”, si compone di tre diversi momenti. Si parte oggi, lunedì 9 agosto, alle 20:30, tramonto, con lo spettacolo “Inferno” per proseguire poi alle 22:30, notte, con lo spettacolo “Purgatorio” e infine martedì 10 agosto, alle 5:00, l’alba per lo spettacolo “Paradiso” con la partecipazione della Dr. Jazz&Dirty Buck Swing Band di Alfredo Verga.
“L’idea che ha fatto nascere questo spettacolo – ha spiegato Carmen Castiello – è stata quella di recuperare il senso del tempo a cui non facciamo più caso purtroppo, e vivere la bellezza del tramonto, della notte e dell’alba. Sarà una performance profonda, perché io l’ho vista proprio come un viaggio dell’uomo nel peccato, dove danza diviene un mezzo per condurre il pubblico in un’esperienza totalizzante, avvolgente, suggestiva”.
L’evento è stato presentato questa mattina presso la “Sala delle Volte di Santa Caterina” di Palazzo Paolo V a Benevento in occasione dell’inaugurazione della Mostra di Intercultura “L’eternità dell’Arte”. L’esposizione, organizzata dalla Compagnia Balletto con l’Associazione Ibdart peace, e con la compartecipazione dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Benevento, di Oeaec Belgique TV, dell’Oeaec-Belgique da Bruxelles, degli Ambassadors Network Of Quality and Excellance, dell’Associazione B.R.I.O e dell’APS Amici dei Musei e Dei Beni Culturali del Sannio, è aperta al pubblico fino a domani, martedì 10 agosto, dalle 10 alle 13.

L’obiettivo, dunque, è quello di favorire lo scambio interculturale attraverso l’arte, in ogni sua forma, e dare la possibilità, anche ad artisti emergenti, di farsi conoscere sul territorio e nel panorama internazionale. “Credo sia molto importante fare rete in città tra gli artisti e chi fa cultura” ha dichiarato Castiello. “L’arte ci accomuna tutti, parla silenziosamente come parla silenziosamente il corpo. Il pittore comunica attraverso il gesto della mano, invece il ballerino con il corpo disegna nell’aria ciò che il pittore mette su tela. Ed è proprio questa la grande sensibilità che accomuna il danzatore al musicista e ancora al pittore, allo scultore”. 

Presenti stamane anche Manal Serry dell’associazione Ibdart peace, Nilla Liucci di ‘Amici dei Musei del Sannio’ e l’Assessore alla Cultura, Rossella del Prete: “L’idea di attirare il pubblico in orari diversi per cercare di sposare anche l’ambientazione naturale oltre che storica e archeologica del teatro è secondo me una idea molto originale, molto particolare che non solo offrirà l’opportunità di seguire uno spettacolo sicuramente ricco di suggestioni, ma anche di fruire di uno spazio che non siamo abituati a vedere in altri orari della giornata. Speriamo – ha concluso l’assessore – che da questi incontri nascano nuove occasioni di confronto e di opportunità culturali. Sono occasioni importanti e di crescita per tutto il tessuto sociale e culturale del nostro territorio”. 

L’accesso al Teatro Romano sarà consentito, al costo simbolico di 1 euro, nel rispetto delle vigenti disposizioni anti-covid che prevedono l’esibizione del green pass.