Tempo di lettura: 2 minuti

Fragneto Monforte (Bn) – Si terrà domani, mercoledì 15 settembre alle ore 15.30, l’open day della scuola calcio Asd Farnetum riservato ai bambini dai 4 ai 18 anni. In realtà l’attività della società quest’anno non sarà incentrata solo sul calcio ma su un’attività sportiva variegata: “L’idea a matrice della manifestazione è di chiarire la proposta dell’asd farnetum, non limitata soltanto al calcio, che, come sappiamo, è lo sport di prima scelta nel nostro territorio – fanno sapere i responsabili -. Diamo l’occasione ai ragazzi di provare esperienze di aggregazione più che specialistiche, per far comprendere che lo sport, che tutti gli sport, sono un ponte con la vita”.

Da qui l’idea di un open day all’insegna della socialità: “Il nostro open day significa stare insieme, fare festa, entrare nella monotonia delle strade con allegria, quella che manca alla fine del periodo estivo, nel ritorno alla vita di sempre”, prosegue la nota. 

Il messaggio di fondo si riflette nelle modalità di svolgimento della giornata che si concluderà in un modo del tutto originale: “Ci muoveremo dal campo sportivo e arriveremo all’ex edificio scolastico, luogo consuetudinario dove i bambini “giocano per strada”. In quello spazio giocheremo insieme, a gruppi, per un paio d’ore, senza spirito di competizione, ma di comunità. Quest’anno, grazie al contributo speciale della Famiglia Salomone, a conclusione della manifestazione, faremo volare alto i bambini, in mongolfiera. Il sottotitolo per ogni nostra iniziativa nasce dall’aforisma di Sepulveda “vola solo chi osa (farlo)” e siamo rimasti pienamente in tema, ancorandoci anche alle tradizioni del nostro territorio, casa del raduno internazionale delle mongolfiere. Ringraziamo gli enti locali, le famiglie, i bambini ed i ragazzi per averci dato l’opportunità di realizzare tutto questo”.

L’Asd Farnetum abbinerà l’attività giovanile a quella della prima squadra, che sarà ai nastri di partenza del campionato di Terza categoria. “Il nostro è un gruppo unito che ci consente di avere un’ossatura in grado di fronteggiare tutte le esigenze – spiega il responsabile del progetto, Pierluigi Facchino -. Ringrazio il presidente Pietro Facchino, i mister Antonio Guglielmucci e Michele Iarusso e la responsabile del gruppo educatori Francesca Giangualano, senza dimenticare il preparatore atletico Andrea Cocchiarella e tutta la dirigenza”.