Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Non solo la sfida nella sfida tra i fratelli Inzaghi, l’amichevole tra Lazio e Benevento, in programma domani all’Olimpico, avrà un significato particolare anche per Pasquale Foggia. Il ds giallorosso ha vestito in carriera la maglia biancoceleste, rimanendo legato per sette anni alla società capitolina. In attesa del match di domani pomeriggio, antipasto dei due successivi incroci di campionato, Foggia ha fatto il punto della situazione in casa sannita ai microfoni di Radiosei.

MERCATO – “Fino al termine del mercato faremo sicuramente qualcosa. Gervinho credo sia difficile arrivi. Cercheremo di inserire altri giocatori di qualità“.

FRATELLI INZAGHI – “Son simili, hanno la capacità di entrare nella testa dei giocatori, di tenere il gruppo unito e di coinvolgere tutti. Interpretano il calcio in base ai giocatori che hanno a disposizione ma sulla gestione e sull’applicazione che mettono nel loro lavoro sono praticamente identici”.

AMICHEVOLE – “È più di un’emozione. A Roma ho vissuto uno dei momenti più belli della mia carriera e di vita. Vengo spesso nella Capitale con la mia famiglia. La Lazio per me rappresenta ancora tanto“.

ROSA – “Stiamo puntando su una rosa ampia pur non avendo impegni europei. Questo per il semplice fatto che in campionato ci saranno tante partite ravvicinate e bisognerà avere più giocatori pronti possibili“.

TRATTATIVE – “Con Tare e Inzaghi c’è un rapporto anche al di fuori, ci sentiamo quasi tutti i giorni e non facciamo altro che parlare di calcio. Se ci sarà l’occasione di parlare di mercato domani lo faremo“.

BENEVENTO – “C’è un progetto partito due anni fa, non solo tecnico ma anche societario. Arriviamo preparati alla Serie A, dal presidente a tutti noi. Ci sono diversi giocatori in rosa con esperienza che hanno già giocato in A. Abbiamo preso calciatori per alzare il livello tecnico e caratteriale della squadra“.