Tempo di lettura: 2 minuti

Ha portato alto il nome del suo paese d’origine. Valentina è nata a Brindisi ma ha sempre avuto Foglianise nel cuore. Le sue radici sono lì: papà Enrico e mamma Nanda, la sorella Simona e tanti amici. 

Valentina Pedicini non ce l’ha fatta, è venuta a mancare questa mattina a Roma. Aveva solo 42 anni, era ricoverata da giorni presso il Gemelli per l’aggravarsi di un male che da mesi l’affliggeva. Documentarista e regista, il suo primo lungometraggio “Dove cadono le ombre” aveva conquistato la critica al Festival di Venezia, nel 2017 e, indirettamente, aveva fatto gonfiare il petto a tutti gli abitanti di Foglianise.

Ma Valentina era una regista del Sud che da sempre, nella sua vita e nella sua arte, ha raccontato il legame con la sua terra e il prezioso ruolo delle donne nella società. Il triangolo Brindisi, Foglianise e Roma era un po’ come percorrere nel presente il viaggio degli antichi abitanti di questa terra sannita con la Via Appia. Nei suoi documentari c’è tanto di Foglianise, della valle vitulanese, spaccati della quotidianità di un popolo a cui era legatissimo. Soprattutto d’estate, in occasione della ricorrenza di San Rocco, Valentina viveva il paese, amava essere protagonista della festa patronale. 

Oggi, per quanto possibile viste le restrizioni, Foglianise le tributerà un ultimo meritatissimo saluto. Ultima scena di un film, interrotto troppe scene prima dei titoli di coda.