- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

E’ il caudino Ignazio Abate il nuovo tecnico della Ternana che ha ufficializzato una scelta che era nell’aria da giorni. L’ex terzino del Milan, che da qualche anno ha appeso le scarpette al chiodo per intraprendere la carriera di allenatore, è figlio di Beniamino (di San Martino Valle Caudina), bandiera del Benevento degli anni ottanta dove ha giocato in 71 occasioni prima di approdare in serie A con le maglie di Udinese e Inter. Terminata la sua esperienza di calciatore, Ignazio Abate si è subito misurato (2021-22) con la panchina del Milan U16, condotto agli ottavi di finale dei play off con un cammino davvero importante. Il sorteggio dei play off, poi, mise di fronte agli ottavi i rossoneri al Benevento U16 guidato all’epoca da mister Fusaro che aveva in Lorenzo Carfora il suo gioiello. Nel match di andata disputato all’Avellola e chiuso sull’1-1, l’attaccante di Barra fu incontenibile mettendo paura a quella che era stata la difesa più forte di tutti i gironi del torneo Under 16 con Abate che dalla panchina rimase impressionato dalle qualità del furetto giallorosso, autore del pareggio e di altre giocate di assoluto valore. Il risultato dell’andata spaventò il Milan di Abate, che rischiò subito una delusione ad inizio della sua avventura in panchina, ma nel match di ritorno i rossoneri fecero valere il loro maggiore tasso tecnico staccando il biglietto per i quarti con un secco 3-0.  Da quel giorno la carriera di Abate in panchina è stata un crescendo con l’approdo alla Primavera del Milan condotta quest’anno per la prima volta nella storia del calcio italiano alla finale della Youth League, poi persa 3-0 per mano dell’Olimpyacos. Ora l’ex terzino dei rossoneri si misurerà con il calcio dei grandi per provare a riportare la Ternana subito in serie B.