Tempo di lettura: 2 minuti

Benevento – Trecento posti di lavoro nel settore automotive entro il 2021, mille entro il 2025. Questo il cronoprogramma stilato dal manager della Tj innovation engineering, azienda cinese con sede a Shangai e intenzionata a investire nella zona Asi di Ponte Valentino, nel capoluogo.

L’iniziativa è stata presentata questa mattina nei locali della Confindustria Benevento. Un briefing che ha visto la partecipazione di imprenditori e rappresentanti delle istituzioni: al tavolo l’assessore regionale Antonio Marchiello, il presidente di Confindustria Flippo Liverini, il Rettore dell’Università del Sannio, Gerardo Carfora,  il Presidente della provincia Antonio Di Maria, il Sindaco di Benevento Clemente Mastella, il Presidente dell’Area industriale Luigi Barone.

E diciamo subito che la proposta degli asiatici ha trovato l’interesse del Presidente di Confindustria Filippo Liverini, promotore dell’incontro. Molto più cauto è stato invece Clemente Mastella che si è soffermato sulle difficoltà che oggi incontra il settore delle auto ibride. 

“Parliamo della più grande azienda cinese impegnata nella costruzione di autovetture elettriche e ibride” –  ha spiegato invece Liverini. “Per investire hanno scelto la Campania e in particolare Benevento ed è una cosa positiva. Dopo la Nestlé una nuova azienda internazionale si muove in direzione Sannio. La chiusura positiva della trattativa potrebbe aprire la strada a ulteriori ingressi”.

Decisivo, in quest’ottica, il cambio di passo in materie di infrastrutture: “Sono stati assunti degli impegni precisi da parte di personalità autorevoli. Speriamo non vengano disattesi“- ha puntualizzato in tal senso il leader degli industriali beneventani.

Si parla di 1500 assunzioni in 5 anni. Sono numeri stratosferici” – ha rilanciato Antonio Marchiello, che nella giunta regionale di De Luca si occupa di Attività Produttive. “E’ l’occasione buona per dare una spinta positiva al territorio ma serve la sinergia tra i vari livelli istituzionali. Noi come Regione faremo la nostra parte, ma da soli non possiamo farcela”.

Più cauto, dicevano, il primo cittadino Clemente Mastella: Le intenzioni sono buone ma aspettiamo di capire se il tutto si concretizzerà. Vedremo quanto vorrà investire l’azienda cinese. Da parte nostra, comunque, massima disponibilità, su questo voglio essere chiaro“.