Tempo di lettura: 4 minuti

“Mi sono sempre piaciute le belle sfide, le strade in salita. Poi, le confesso, la linea guida che ha interessato questi ultimi mesi di lavoro, è quella della qualità. Vorrei portare in tv innanzitutto un buon prodotto, in una fascia particolare certo”. A parlare, ai microfoni di Anteprima24, è Nunzia De Girolamo, poche ore prima del debutto da conduttrice in un programma tutto suo. Il titolo è Ciao Maschio e va in onda, a partire da oggi, il sabato in seconda serata su RaiUno. Un rotocalco che mira ad indagare l’universo maschile, mettendo a nudo tre uomini in ogni puntata attraverso momenti riflessivi, intimi e anche divertenti. Nel primo appuntamento, ad intervenire saranno tre ospiti partenopei: il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, il ballerino e conduttore Stefano De Martino e l’attore Francesco Paolantoni

Ci siamo. Il countdown è giunto al termine. Come si è preparata alla sua prima conduzione?

Con tanto studio, come ho sempre fatto nella mia vita. Sono anni ormai che mi occupo di televisione, ma sulla conduzione è la mia prima volta. Mi sono approcciata a questo mondo con umiltà, perché credo che quest’ultimo sia un ingrediente che non debba mai mancare. Fino ad ora in tv sono stata sempre ospite, a ‘Ciao Maschio’ sarò invece la padrona di casa. Una bella sfida, sicuramente. Una sfida che mi affascina, un programma che sento mio e spero possa piacere anche al pubblico da casa. 

Maggiore ansia oggi o il giorno in cui ha giurato da ministro?

L’ansia ci fa comprendere, davvero, che siamo umani. Ci fa capire che, a prescindere dai ruoli e della visibilità mediatica, c’è sempre una persona dietro ogni personaggio. Sono comunque due ansie diverse, per certi aspetti non paragonabili ne tantomeno sovrapponibili. Fare il ministro è stato il culmine di un percorso politico fatto innanzitutto di passione. L’ansia per ‘Ciao Maschio’, che ammetto c’è, è diversa invece. 

Definisca ‘Ciao Maschio’ in tre semplici parole

Le tre parole mi ricordano qualcosina. Se stasera vedrete il programma, capirete… comunque direi innovativo, riflessivo ma anche divertente. Le ultime due parole potrebbero cozzare tra di loro, invece saranno le chiavi di volta del mio programma. 

Un programma che rappresenta una vera e propria novità nel palinsesto firmato Rai dove gli uomini saranno gli unici protagonisti. Punterà a conoscere più il personaggio o la persona? 

I miei ospiti saranno maschi noti. È evidente che io voglia scoprire e far conoscere soprattutto la persona. Quella che toglie giacca e cravatta quando torna a casa, quando si siede sul divano a smanettare sul cellulare, guardare la tv o semplicemente fissare il vuoto. Ed in quest’ultima cosa i maschi soprattutto sono bravissimi (ride, ndr)… scherzi a parte, mi piacerebbe andare oltre gli schemi del personaggio stereotipato. 

Curiosità: c’è un personaggio beneventano che inviterà in trasmissione? 

La conduttrice è orgogliosamente campana e sannita. Il capo progetto di questo programma è una donna anch’essa con origini sannite. Però mi ha dato una idea, in verità qualcosa già bolliva in pentola, ora sicuramente ci penserò.

Tra gli ospiti ci sarà anche Francesco Boccia? 

Potrei riuscire dove in tanti hanno fallito. Io e mio marito non siamo apparsi mai nello stesso talk, se non in uno scherzo targato Le Iene che gli ho organizzato ormai un anno fa. In tanti ci hanno proposto programmi, teatro e addirittura un film. Abbiamo sempre rinunciato. Però stavolta la padrona di casa sono io, ed io sono imprevedibile.

Dopo De Magistris dobbiamo attenderci De Luca nelle prossime puntate? 

Il sindaco di Napoli ha accettato di buon grado il mio invito. Subito e senza remore. Secondo me conosceremo un De Magistris inedito, alcuni lati della persona che non sono mai emersi in questi anni. De Luca? Mi piacerebbe averlo a ‘Ciao Maschio’. A prescindere da come la si pensi, politicamente parlando, De Luca è un personaggio. A Ciao Maschio scopriremmo anche la persona, che a mio avviso potrebbe riservare molte sorprese. 

Possiamo dire che il futuro di Nunzia De Girolamo è ormai in televisione?

La parola ormai non fa parte del mio vocabolario. La vita è bella perché continua a sorprenderci, continua a meravigliarci in continuazione. Ora sto facendo un percorso che mi affascina, mi piace e diverte. E voglio continuare facendo sempre meglio. Certo, poi ci sono alcune passioni che non si spengono mai…