Tempo di lettura: 2 minuti

Firenze – Al termine della sfida di Coppa Italia contro il Benevento, Vincenzo Italiano ha rilasciato alcune dichiarazioni. Questi i temi affrontati dall’allenatore della Fiorentina dopo la gara contro i giallorossi di Fabio Caserta.

Qualificazione – Era l’obiettivo di giornata, sapevamo che affrontavamo una squadra di B ma che arrivava da quattro vittorie consecutive, era in salute e in fiducia. Nonostante le rotazioni, facendo giocare chi aveva meno minutaggio, la prestazione è stata comunque buona. Abbiamo concesso qualche palla gol mentre noi potevamo affondare diversamente in tre, quattro circostanze.

Gestione – La fortuna è una grande qualità, per adesso ci sta accompagnando. Rosati oggi si è fatto trovare pronto, nonostante non giocasse da tempo una partita intera. Gli faccio i complimenti, come li faccio a Terzic, Amrabat, Kokorin. Abbiamo cercato di dare minutaggio a chi ha giocato meno, poi l’obiettivo era vincere e ci siamo riusciti. Potevamo gestire meglio sul due a zero, ma dopo è affiorata la stanchezza e credo sia normale.

Vlahovic – Lo vedete tutti come approccia alle partite e come si comporta. E’ un professionista esemplare, per come si allena e come si comporta è facile gestire una situazione che ad altri sembra non semplice. Per il momento la situazione va bene, il ragazzo è felice, guida i compagni e ha trovato quella concretezza che non aveva a inizio stagione.