- Pubblicità -
Tempo di lettura: 3 minuti

Nel suggestivo scenario del Golfo di Napoli, la Cantina ‘La Fortezza’ ha fatto brillare i suoi vini dando vita ad un evento unico nel suo genere. Giornalisti ed esperti del settore, giovedì scorso, sono stati accolti con calore da Antonella Porto, company director della nota azienda vinicola, dal giornalista Pasquale Carlo e dall’enologo Vittorio Festa, in una giornata che ha unito sole, divertimento, buon cibo ed ovviamente vino di alta qualità.

Il tour è partito dal Molo Luise, dirigendosi verso l’incantevole isola d’Ischia. Lungo il viaggio gli ospiti sono stati deliziati con un risotto preparato dal noto chef Giuseppe Silvestri, che ha conferito un tocco di magia culinaria all’esperienza. “Ho preparato un piatto che mi ricorda Capri, la mia isola, e la Penisola Sorrentina. È un risotto al limone con zucchine e tartare di gamberoni che si sposa alla perfezioni con i bianchi in degustazione” ha spiegato. 
Sbarcati sull’isola, il pranzo presso lo storico ristorante ‘O Purticciull’ con vista sul mare ha permesso di assaporare piatti eccellenti abbinati alle etichette varietali della nuova linea ‘Veceta’ (Chardonnay, Cabernet e Merlot). In degustazione anche le bollicine e le nuove annate delle altre linee di produzione della cantina del patron Enzo Rillo.
Tra gli illustri presenti, il wine critic Luca Gardini che ha elogiato con entusiasmo i vini de ‘La Fortezza’ e ha sottolineato il costante impegno della cantina nel migliorare sempre più la qualità dei suoi prodotti. “La nuova linea di varietali mi è piaciuta molto, la Cantina sta facendo davvero un ottimo lavoro. Abbiamo trascorso una bellissima giornata che unisce passato, innovazione e modernità”. 

L’escursione in barca è stata anche l’occasione per illustrare agli ospiti il nuovo progetto ‘Taburno da Vivere’, che prevede l’allestimento presso la cantina torrecusana del primo museo virtuale e immersivo dedicato all’Aglianico e al mondo del vino sannita, la cui apertura è prevista in autunno. “La Fortezza sta lavorando ad iniziative interessanti – ha precisato Pasquale Carlo -. Dopo l’acquisizione della Cantina del Taburno, a breve prenderà corpo anche il progetto museale per raccontare la storia dell’Aglianico, del nostro territorio e di tutti coloro che hanno fatto la storia di questo vino”. Carlo ha inoltre sottolineato l’importanza di eventi come questo, evidenziando quanto sia fondamentale produrre vini eccellenti e promuoverli adeguatamente con una comunicazione accurata. 
L’enologo Festa, invece, ha ribadito l’impegno costante de ‘La Fortezza’ verso l’eccellenza e l’innovazione. “L’asticella qualitativa si alza sempre di più. L’obiettivo dell’azienda è quello di raccontare sempre più il territorio attraverso i propri prodotti e credo che abbiamo intrapreso la strada giusta”. 
In un connubio perfetto tra tradizione, gusto e passione, la Cantina ‘La Fortezza’ ha dimostrato di essere un punto di riferimento nel mondo vinicolo campano, offrendo agli ospiti un’esperienza indimenticabile che ha conquistato i cuori e i palati di tutti.